Lavrov alle Nazioni Unite: “Egemonia Usa è giunta a termine”

Il ministro degli esteri russo ha parlato davanti all'Assemblea delle Nazioni Unite

L’attuale crisi nel mondo segnala che l’egemonia degli Stati Uniti è giunta al termine e c’è la possibilità di passare a un ordine mondiale multipolare equo e democratico, ha affermato sabato il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov durante il dibattito generale durante la 77a sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che si tiene a New York.

Secondo Lavrov, la situazione è stata innescata dalla politica a lungo termine dell’Occidente, ma questa tendenza può essere cambiata con l’assistenza delle Nazioni Unite.

- Advertisement -

La situazione nell’area della sicurezza internazionale si sta rapidamente deteriorando e invece di un dialogo equo e di una ricerca di compromesso l’Occidente compie clamorose provocazioni“, ha affermato Lavrov all’inizio del suo intervento.

Il mondo sta attraversando “un momento difficile e drammatico” in questo momento, ha sottolineato il massimo diplomatico russo. “La crisi sta crescendo. La situazione nell’area della sicurezza internazionale si sta rapidamente deteriorando. Invece di un dialogo equo e di una ricerca di compromesso dobbiamo fare i conti con disinformazione, clamorose messe in scena e provocazioni“. 

- Advertisement -

In Occidente non sono più timidi nel dichiarare apertamente l’intenzione di distruggere e smembrare la Russia, in modo che un’entità geopolitica troppo indipendente scomparisse dalla mappa del mondo“. Ha aggiunto Lavrov davanti all’Assemblea di New York.