Le Marche tremano ancora

Paura e danni in tutta la regione e non solo.

Questa mattina alle 5:11 circa le Marche sono nuovamente piombate nell’incubo del terremoto; una scossa di magnitudo 4.7 è stata registrata con epicentro nel paesino di Muccia, in provincia di Macerata. La popolazione ha rivissuto quel dramma che dura ormai dal sisma dell’ottobre del 2016 che colpì non solo le Marche ma anche la vicina Umbria, intasati  di chiamate i centralini dei Vigili del Fuoco. Proprio a Muccia si stanno registrando i danni maggiori perché è crollato il piccolo campanile della chiesa del ‘600 Santa Maria di Varano e le scuole sono rimaste chiuse per accertamenti di agibilità.

Pieve Torina, paesino che è già stato gravemente danneggiato dalle scosse degli anni scorsi, con questo nuovo potente terremoto ha subito altri danneggiamenti e si stanno verificando anche le condizioni di agibilità delle casette e dei moduli abitativi in cui attualmente vivono gli sfollati dei terremoti precedenti. In tanti si sono riversati in strada in preda al panico ed alla disperazione per un incubo che sembra non avere mai fine, molte persone dovranno essere aiutate dagli psicologi specializzati per superare il trauma. Nello stesso paese sono state evacuate quattro famiglie, in tutto una ventina di persone tra cui  anche alcuni bambini, e stanno cominciando le verifiche sullo stabile in cui vivevano che ha comunque retto e permesso agli occupanti di allontanarsi in sicurezza.

Il terremoto è stato avvertito anche a Roma, ad Arezzo e all’Aquila, soprattutto da coloro che erano ai piani alti delle abitazioni ma almeno per il momento sembra che non ci siano danni. i Vigili del Fuoco stanno facendo verifiche di agibilità per precauzione su molti edifici pubblici e privati. Molte persone hanno dichiarato di avere sentito nitidamente il sisma nelle proprie abitazioni; alcuni hanno raccontato di avere percepito il boato e poi la scossa e che alcuni soprammobili sono caduti a terra.

Loading...

A San Benedetto del Tronto sono in corso le verifiche di agibilità e staticità sulla Basilica di San Benedetto che, almeno per ora, non sembra avere riportato danni evidenti; la Protezione Civile ha subito eseguito controlli nei comuni più vicini all’area dell’epicentro come Preci, Cerreto di Spoleto e Norcia.

 

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com