L’Estonia chiude le frontiere ai cittadini russi

La decisione era stata annunciata dal primo ministro Kallas

Le autorità estoni hanno deciso di vietare ai cittadini russi con visti Schengen rilasciati dall’Estonia di entrare nel suo territorio, ha detto giovedì il ministro degli Esteri Urmas Reinsalu in una conferenza stampa del governo.

Tra una settimana verrà applicata la sanzione ai visti Schengen rilasciati dall’Estonia. I titolari di visto dalla Russia saranno soggetti a restrizioni. Gli verrà negato l’ingresso in Estonia“, ha affermato il titolare degli estori di Tallin.

- Advertisement -

Reinsalu ha aggiunto che sarebbero state apportate alcune eccezioni a questa regola. In particolare, saranno esentati dal divieto il personale degli uffici diplomatici in Estonia e le loro famiglie, nonché le persone impegnate nel trasporto internazionale o aventi diritto alla libera circolazione ai sensi delle leggi dell’UE. Inoltre, le restrizioni non si applicheranno alle persone il cui ingresso in Estonia è necessario per motivi umanitari e ai parenti stretti dei cittadini del paese o ai titolari di un permesso di soggiorno permanente.

Reinsalu ha affermato inoltre che l’Estonia dispone di dati su oltre 50.000 visti Schengen validi rilasciati a cittadini della Federazione Russa e che nei prossimi giorni saranno rilasciate ulteriori informazioni. In precedenza, il primo ministro estone Kaja Kallas ha affermato di ritenere necessario vietare il rilascio di visti turistici dell’UE ai cittadini russi.