Lizzano – Discarica Vergine, importanti novità

La nota stampa

Discarica Vergine di Lizzano: “Subito chiusura e bonifica”

Il Deputato del gruppo Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello: “Non c’è più tempo da perdere”

Di seguito un comunicato stampa diffuso da Giovanni Vianello, deputato del gruppo movimento 5 stelle.

La discarica Vergine? Chiusa in maniera permanente, bonificata e messa in sicurezza – Giovanni Vianello, deputato del M5S

“Non c’è più tempo da perdere, la discarica Vergine di Lizzano va chiusa in maniera permanente, bonificata e, dunque, messa in sicurezza”.

Le dichiarazioni del deputato del Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello, in merito al reato di disastro ambientale colposo contestato dalla Procura a chiusura delle indagini

Lo dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello, in merito al reato di disastro ambientale colposo contestato dalla Procura a chiusura delle indagini.

La contaminazione delle acque sotterranee, un vero e proprio pericolo per la popolazione (e non solo)

“La contaminazione delle acque sotterranee, determinata dal percolato di discarica, rappresenta un ulteriore pericolo per la popolazione limitrofa al perimetro del sito di raccolta rifiuti”, sottolinea e aggiunge “a maggior ragione quando si tratta di un liquame tra i più difficili da depurare”.

Il deputato del Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello, rammenta l’importanza e il prezioso lavoro svolto dall’associazione di volontariato del loco: Attiva Lizzano 

“I cittadini già da tempo hanno raccolto le loro rimostranze tramite l’associazione Attiva Lizzano, proprio sulle conseguenze sanitarie dell’emissione di sostanze odorigene”, ricorda il deputato.

Richiamare l’attenzione delle istituzioni locali sulla necessità di rendere obbligatoria la verifica periodica dell’attività nelle discariche, il consiglio del deputato del M5S Vianello 

“Seguendo solo una vecchia logica – conclude il deputato – dovremmo richiamare l’attenzione delle istituzioni locali sulla necessità di rendere obbligatoria la verifica periodica dell’attività nelle discariche, soprattutto quando, in generale, a gestirne un gran numero è uno stesso soggetto privato ma, ampliando la prospettiva, il riferimento è d’obbligo all’economia circolare, ad oggi l’unica azione virtuosa capace di dare un taglio al modello culturale conosciuto finora”.

L’accusa di disastro ambientale (la suddetta posta al centro delle notizie di questi ultimissimi giorni)

Disastro ambientale colposo: questa è la nuova contestazione formulata dalla procura della Repubblica a carico degli ex legali rappresentanti della società Vergine e dell’ex responsabile tecnico dell’impianto di discarica per rifiuti speciali non pericolosi situato in località “Palombara”.

Le contaminazioni da nitrati, diossine, Pcb e boro; falda inquinata 

Inoltre, la cattiva gestione e l’assenza di manutenzione hanno fatto emergere contaminazioni da nitrati, diossine, Pcb e boro nelle acque sotterranee alla discarica Vergine.

Potrebbero interessarti anche