Mariastella Gelmini: “Vicini al traguardo, sarà autunno quasi normale”

Green Pass assolutamente necessario, dice Gelmini: "Dobbiamo stroncare la circolazione del virus e le varianti per continuare a riaprire il Paese. Con il Green pass proteggiamo vita, lavoro e attività economiche: è un piccolo sacrificio che porta grandi benefici"

Mariastella Gelmini invia un messaggio di speranza e buon auspicio: l’uscita dalla pandemia è vicina. “Con l’85% della popolazione vaccinata avremo un autunno quasi normale, e sono previste le riaperture delle discoteche”, a patto che i numeri rimangano “sotto controllo”.

Così si esprime il ministro al Corriere della Sera. Poi frena su ipotesi di federazione con la Lega: “Non vedo l’esigenza di particolari accelerazioni”.

- Advertisement -

Alla domanda sul se un Green Pass così esteso fosse davvero necessario, risponde: “Assolutamente sì. Dobbiamo stroncare la circolazione del virus e le varianti per continuare a riaprire il Paese. Con il Green pass proteggiamo vita, lavoro e attività economiche: è un piccolo sacrificio che porta grandi benefici. Il mondo intero ci guarda e le parole di Fauci sono una ulteriore conferma che siamo sulla strada giusta”. 

“Come ha detto il premier Draghi, questo ultimo decreto sul Green pass è un provvedimento pensato per continuare ad aprire. Dobbiamo capire quale sarà l’impatto dell’avvio dell’anno scolastico. Se i numeri dei contagi saranno sotto controllo è già previsto che si possa procedere ad aumentare le capienze per tutti gli eventi e a riaprire le attività ancora chiuse, anche le discoteche”.

- Advertisement -

Poi, sul Green pass dice: “Non ci sono stati problemi. Il governo è stato compatto in cabina di regia e in Cdm. Non giudico l’atteggiamento di Salvini: è un leader politico che si è vaccinato, i suoi ministri e i suoi governatori sono sulla linea dell’esecutivo. L’obiettivo del green pass è incentivare le vaccinazioni, non i tamponi”. 

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.