Matteo Salvini, la sua pagina Facebook invasa da foto da gatti

 

Ieri pomeriggio la pagina Facebook del segretario generazione della Lega Nord  Matteo Salvini è stata letteralmente invasa da foto di gatti e gattini d’ogni tipo e colore. Si è trattato di un’iniziativa di contestazione intitolata proprio “Gattini su Salvini” ideata dal gruppo “Progetto Kitten”, la cui “mission” è questa: «Portiamo pucciosi gattini messaggeri di amore sulle bacheche di chi se la prende troppo sul serio! ». E secondo loro «Dopo i toni accesi su “tortura” e “fucilate”, Salvini ha bisogno di essere puccettato!», insomma di “darsi una calmata”, di un po’ di “peace&love”. E cosa può intenerire di più di un gattino? La protesta è diventata virale e ha coinvolto anche Twitter con l’hashtag #gattinisusalvini. Tutti i quotidiani nazionali ne hanno parlato.

Naturalmente gli amministratori della pagina di Matteo Salvini hanno provveduto a rimuovere quei post, ma qualcuno è rimasto ancora.

Loading...
Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche