Midterm, due musulmane democratiche salgono al potere

Rashida Tlaib e Ilham Omar sono le nuove elette al Congresso degli Stati Uniti d’America. Colpo basso per Trump.

midterm
midterm

Sono ore di forte trepidazione quelle vissute negli Stati Uniti a causa delle elezioni di Midterm.  L’attuale Presidente Donald Trump, assieme ai suoi collaboratori, è riuscito a mantenere il controllo del Senato. Nel frattempo Alexandria Ocasio-Cortez, punta di diamante dei Dem, entra clamorosamente al Congresso. in Texas Beto O’Rourke è stato battuto da Ted Cruz.

Se per una grande fetta della popolazione americana rimane di nuovo affascinata dalla politica trumpiana, per un’altra grossa percentuale c’è voglia di cambiamento. Lo spirito di integrazione sembra aver colto il Congresso americano per il Michigan e il Minnesota. Salgono al potere due donne musulmane: la democratica Rashida Tlaib, figlia di immigrati originari dalla Palestina. La Tlaib è la prima figura femminile di credo islamico ad essere eletta al Congresso americano nel suo distretto per la Camera in Michigan. Pochissime ore dopo anche Ilham Omar, un’altra donna rifugiata somala musulmana, è salita al potere vincendo per la Camera in Minnesota.

Chi sono Rashida e Ilham?

Rashida è una giovane mamma di due bimbi quarantaduenne cresciuta nei sobborghi di Detroit. È la sorella maggiore di una famiglia composta da 14 fratelli. Ha conseguito due lauree in Scienze Politiche e Giurisprudenza e dopo pochissimo tempo ha cominciato la sua carriera all’interno dello staff di un rappresentante democratico.

Loading...

Dopo la gavetta arriva finalmente il 2018, quando John Conyers deve dimettersi per motivi di salute, in molti dichiarano invece che è stato colpito da accuse pesanti per molestie sessuali, e Rashida prende subito il suo posto.

Vi è una grandissima percentuale – 78,7%  dei votanti- a dichiarare Ilhan Omar vincitrice delle elezioni americane in Minnesota. È la seconda deputata musulmana del congresso. La Omar, già nota alla stampa per via della copertina di Time, è la prima rifugiata politica africana in Usa a salire al potere con il hijab.

Tutti i sogni politici di Donald Trump sembrano sgretolarsi in mille pezzi in alcune zone del suo “impero”!

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell'Occidente e dell'Oriente - Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parlo correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico. Da sempre sostenitrice dell'arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano 'La Sicilia'. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto. Nello stesso periodo, oltre a continuare gli studi accademici, si occupa di giornalismo ricoprendo il ruolo di Caporedattore per la rivista online 'Sicilia del Gusto' e inizia sempre nello stesso periodo la carriera di speaker radiofonica. Proprio quest'ultima riscuote molto successo nel territorio palermitano, l'appuntamento domenicale (dalle 10.00 alle 11.00) viene apprezzato anche sul territorio nazionale ed internazionale in streaming. Successivamente collabora per riviste culturali siciliane, redige prefazioni di libri, si occupa di traduzione e interpretariato per enti privati e ultima gli studi accademici nel marzo 2017. Prosegue con successo la sua attività radiofonica collaborando per una Web Radio Romana, divenendo anche Responsabile dell'Ufficio Stampa, caporedattrice della Radio assumento un ruolo dirigenziale. Attualmente è candidata nella 'Categoria Speaker Femminili' al Web Radio Festival. Dal mese di settembre 2017 ha aperto un canale su Youtube di viaggi in cui racconta le bellezze artistico-culturali ed enogastronomiche italiane con un ampio focus sulla sua terra: la Sicilia.
Potrebbero interessarti anche