Migranti; La Libia rifiuterà i rimpatri

Secondo il paese libico è una procedura illegale

La Libia ha deciso di rifiutare i rimpatri, lo ha comunicato al governo italiano e all’Ue. A prendere questa decisione è stato il ministro degli Esteri del governo di riconciliazione nazionale, Mohammed Sayala.

Ha dichiarato “Non accetteremo mai il ritorno di immigrati clandestini verso i Paesi di provenienza del Nordafrica. Sarebbe una procedura ingiusta e illegale. Abbiamo già più di 700.000 migranti sul nostro territorio e sono un pesante fardello”. Ha aggiunto “È necessario riportarli dove sono venuti, perchè la Libia è un Paese di transito, ha sofferto e soffre le conseguenze dell’immigrazione illegale”. La comunità internazionale “si assuma le proprie responsabilità”.

Il ministro degli Interni Matteo Salvini parlando della questione migranti ha dichiarato “O l’Europa inizia a fare sul serio difendendo i suoi confini e ricollocando gli immigrati, oppure inizieremo a riportarli nei porti da dove sono partiti. L’Italia ha già fatto la sua parte, e quando è troppo, è troppo”.

Loading...
Potrebbero interessarti anche