Minacce dall’Isis: taglieremo la gola ai vostri parlamentari

Libia-Isis

È un video realizzato dall’Isis e intitolato (Un messaggio da Sirte) a lanciare l’ennesimo avvertimento. L’ultimo di una serie di interminabili filmati simili, nel nome e nella tipologia, diffusi nell’arco dell’ultimo anno e destinati ai diversi “nemici” dei jihadisti.

Le minacce, questa volta, sono indirizzate a Khalifa Haftar e al governo di Tobruk, che dei due governi che al momento esistono in Libia è quello riconosciuto dalla comunità internazionale, in contrapposizione con l’esecutivo islamista di Tripoli.

Loading...

Nel video anche un invito rivolto a “predicatori e studiosi”, perché aiutino a costituire un simulacro di Califfato anche in Libia. E un avvertimento: “La Sharia di Allah non si applica con i fiori ma con lo spargimento di sangue”.

A parlare in questo filmato, lo ricordano anche i media locali, è un tunisino, che viene presentato come Abu Yahya. Il dito è puntato contro Tobruk, contro il generale Khalifa Haftar, che minaccia di sgozzare e contro i parlamentari libici. “Noi non saremo tolleranti”, mette in chiaro l’uomo, che apostrofa come atei i membri della Camera.

Potrebbero interessarti anche