Missile precipitato in Polonia, Erdogan: “Non ci sono le prove che sia russo”

Il missile ha ucciso due persone in un villaggio polacco

La Russia non è coinvolta nell’incidente di un missile caduto sul suolo polacco, lo ha detto mercoledì il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Devo rispettare la posizione della Russia, che ha detto che non è il suo missile. Questo è importante per noi“, ha detto Erdogan, rispondendo a una domanda della TASS.

- Advertisement -

Erdogan ha sottolineato le dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il quale ha osservato che i missili non erano di fabbricazione russa.

“Il cancelliere tedesco Scholz ha detto che è in contatto con i sei paesi della NATO interessati. C’è stata anche la dichiarazione di Biden. Credo che insistere sul fatto che i missili fossero di fabbricazione russa aggraverà questo problema. Stiamo cercando di portare Russia e Ucraina al tavolo dei negoziati il ​​prima possibile. A questo proposito, riteniamo che un metodo come le provocazioni non sia quello giusto. La via per la pace passa attraverso il dialogo“, ha insistito il leader turco.

- Advertisement -

Martedì un missile si è schiantato nel villaggio di Przewodow, nel voivodato di Lublino (Polonia orientale), vicino al confine con l’Ucraina, uccidendo due persone. Il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato che non c’erano prove su chi avesse lanciato il missile. Il ministero degli esteri polacco in precedenza aveva affermato che il missile era presumibilmente di fabbricazione russa.

Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Biden ha dichiarato che le informazioni preliminari disponibili contestano le affermazioni secondo cui il missile caduto in Polonia sarebbe stato lanciato dalla Russia.