Montesilvano, gioco folle alla stazione

Giochi folli tra giovanissimi

Un gioco folle, una bravata molto pericolosa e poi postata on line, forse per narcisismo o forze per vantarsi sui social, una prova di coraggio che poteva finire in tragedia, questo è successo oggi alla stazione di Montesilvano.

Una stazione tranquilla, frequentata da viaggiatori e pendolari che oggi ha fatto da sfondo ad un’altra assurda prova di coraggio tra giovanissimi, con un ragazzino che si stende sui binari proprio mentre sta per arrivare un grosso treno merci carico che viaggiava a tutta velocità. Per fortuna al giovane non è successo niente ed è tornato a casa illeso ma ora è ricercato dalla polizia ferroviaria di Pescara; si stanno studiando i filmati delle telecamere di sorveglianza ed anche i filmati messi in rete dagli stessi autori delle bravata che avrebbe potuto trasformarsi in un gioco mortale.

La polizia ferroviaria mette in guardia gli eventuali emulatori; i treni non sono giochi e sdraiarsi sui binari è molto pericoloso perché i treni transitano ad alta velocità ed è molto facile che si possa essere stritolati tra le ruote o dagli stessi vagoni. Anche camminare sul tetto dei treni può essere letale perché è molto facile sfiorare i cavi dell’alta tensione che alimentano la ferrovia e rimanere folgorati, come purtroppo è già successo in passato ad alcuni giovanissimi.

Anche i macchinisti sono allibiti di fronte al grande numero di giovani che tentano assurde prove di coraggio sui binari; frenare il treno quando viaggia ad alta velocità è praticamente impossibile e l’unica cosa che possono fare è suonare la sirena ma moto spesso questo non basta. Prove di coraggio folli, fatte solamente per farsi vedere dagli utenti del web e dagli amici, che riguardano sempre più giovanissimi, spinti da narcisismo e tanta incoscienza. Con l’avvento dei social network i giovanissimi cercano notorietà e lo fanno proprio attraverso gesti folli come quello di Montesilvano, gesti che non portano fama ma solo morte e dolore per amici e famigliari.

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche