Morto uomo di 46 anni. Si risveglia nel tragitto per l’obitorio

Un uomo del Wisconsin è stato dichiarato morto dopo che i paramedici si sono precipitati nel suo appartamento a Milwake. La sua fidanzata non aveva potuto raggiungerlo per due giorni di seguito e preoccupata ha chiamato il pronto intervento affinché controllassero la sua abitazione.

L’uomo è stato ritrovato sprofondato nel letto con in mano un sigaro e un drink., al tatto sembrava freddo e rigido quindi l’ufficiale ha pensato subito di chiamare i vigili del fuoco. Thomas Sancomb è stato dichiarato morto alle 02:10 mentre l’investigatore forense si occupava del rapporto. Ha poi chiamato il fratello di Sancomb, informandolo dell’accaduto e avvisandolo che ci sarebbe voluta un’autopsia per comprendere la causa della morte.

Loading...

Durante il tragitto verso l’obitorio accade però l’impensabile. L’uomo ricomincia lentamente a respirare e a muovere gli arti, prima un braccio e poi una gamba. Da lì la corsa in ospedale mentre tutti iniziano a domandarsi cosa sia potuto succedere: il rapporto dava nessun impulso vitale.

Immediatamente i parenti dell’uomo vengono avvisati ma nessuno di essi ha voluto rilasciare dichiarazioni precise. Il fratello ha ammesso di aver visto Thomas migliorare lentamente nelle ultime due settimane. Intanto l’ufficio del Medico Legale non si espone ma porta avanti l’indagine. Da escludere l’assunzione di qualsiasi sostanza stupefacente.