Nove alpinisti hanno perso la vita in Nepal

Tragedia in montagna

Nove alpinisti hanno perso la vita in Nepal mentre cercavano di scalare il monte Gurja, uno dei più difficili e inesplorati; è considerato uno dei monti più faticosi ed in alcuni casi è anche sconsigliato.

Il Nepal è considerato un vero e proprio punto base in cui gli alpinisti possono prendere tutto ciò di cui hanno bisogno ed organizzare con calma le loro spedizioni visto che è il Paese asiatico in cui si trovano tutte le vette che da sempre attirano la curiosità degli alpinisti. Questo è il Paese da cui molti scalatori sono partiti per cercare di raggiungere alcuna delle vette più inesplorate, a volte riuscendoci a volte no.

Maltempo come probabile causa della tragedia

La tragedia è stata scatenata molto probabilmente dal maltempo che alle alte quote è imprevedibile e può scatenarsi molto violentemente; in molti casi non lascia scampo se sorprende gli alpinisti nel pieno di una salita.

Loading...

A causare la tragedia, scrive l’Himalayan Times, è stata una valanga innescata dalla tempesta di neve, che ha devastato e di fatto sepolto il campo base degli alpinisti, a 3.500 metri di quota. Le tempeste di neve e il vento forte sono due nemici per gli scalatori poiché sono davvero molto pericolosi; sono già in molti coloro che hanno perso la vita.

I soccorsi

Questa mattina è stato inviato un elicottero dei soccorsi, che però ha incontrato molte difficoltà proprio a causa delle cattive condizioni meteo che ancora imperversano attorno al monte Gurja, la cui vetta raggiunge i 7.193 metri.

A causa delle cattive condizioni meteo infatti gli elicotteri non possono volare e questo rende impossibile qualsiasi operazione di recupero dei corpi o di avvicinamento alla zona della tragedia. I nove alpinisti colpiti erano sudcoreani che avevano posto il loro campo base in una zona comoda per potere raggiungere le più alte vette; in particole il capo spedizione Kim Chang-ho era uno dei pochi ad avere scalato ben 14 vette senza bombola.

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche