Partorisce a 61 anni una bambina per il figlio gay

la prima bambina al mondo partorita da sua nonna

Nonna partorisce nipotina
Credit: dal profilo Fb di Elliott Dougherty

“Volevo farlo come un dono di una madre a suo figlio”.  queste le parole di Cecile Eledge, la donna sìdi 61 anni.

Lo ha fatto per il figlio gay Matthew, sposato con Elliott Dougherty. E’ la prima bambina al mondo partorita da sua nonna, con una fecondazione artificiale che ha coinvolto anche la sorella di Dougherty.

La decisione della fecondazione in vitro

La coppia temeva di non ottenere il permesso di adottare un bambino. Così ha deciso di tentare la fecondazione in vitro: la sorella di Dougherty, Lea Yribe, ha donato i suoi ovuli, Eledge lo sperma, in modo che il nascituro avrebbe avuto il materiale genetico da entrambe le parti della famiglia.

La 61enne ha così deciso di portare nel suo grembo il futuro nascituro e terminare la gravidanza, decisione avvalorata dalla sua buona salute. Uma Louise Dougherty Eledge è venuta alla luce due settimane fa. Non sono mancati i commenti negativi, le cattiverie e le insinuazioni sulla circostanza che si è venuta a creare.

 

Potrebbero interessarti anche