Premier del Nuovo Galles si dimette dopo aver ricevuto in dono una bottiglia del 1959.

C_4_articolo_2039594__ImageGallery__imageGalleryItem_3_image

Esiste ancora una politica, o meglio, un politico non corrotto. Esiste ma non in Italia, bensì in Australia, precisamente nel Nuovo Galles del Sud. Nell’ aprile del 2011 a Barry O’Farrel, premier del Nuovo Galles, gli venne regalata una bottiglia di vino rosso da un amministratore di una società che gestisce rete idriche nel paese, valore totale di 3 mila dollari australiani, 2.034 euro circa. Cosa succede in seguito? Si dimette per corruzione. Inconsciamente o forse troppo educatamente, tramite una lettera, il politico ringraziò  l’amministratore delegato dell’Australian Water Holding per la bottiglia di “Penfold Grange Hermitage” del 1959 ricevuta in dono. Siccome questa società, avrebbe potuto guadagnare diversi milioni di dollari da una collaborazione con la statale Sydney Water per progetti e costruzioni di reti idriche in tutto il Paese, il premier venne accusato  di corruzione. Inizialmente O’Farrel dichiarò davanti alla Commissione anticorruzione di non aver accettato la bottiglia, successivamente ha poi  ammesso che la lettera era stata scritta di suo pugno, inoltre si scusò pubblicamente  giustificando la falsa testimonianza come un vuoto di memoria e non come un raggiro della legge. ” Cosi sono buoni tutti” direte voi. Anche io ho giudicato subito in malo modo questa notizia, ma vedendo l’ormai ex premier del Nuovo Galles scusarsi in diretta e sopratutto dimettersi prima di accogliere all’aeroporto di Sidney; William, Kate e il piccolo George, per poi accompagnarli al ricevimento ufficiale nell’Opera House, mi sono ricreduto. Non so se questa scena la vedremo mai nel nostro Paese, abbiamo visto gente dimettersi solo se ricevevano in cambio pensioni faraoniche, abbiamo visto premier e politici con  le mani impiastrate nella corruzione,  prostitute e denaro sporco. Abbiamo sopportato addirittura avere usurpatori e maghi del raggiro nel nostro Parlamento. In Italia abbiamo la bellezza di 945 politici presso a poco. Attualmente il governo stà prendendo in considerazione l’idea proposta dal PD  di ridurre il numero dei parlamentari, basta pensare che negli Stati Uniti d’America sono rispettivamente 100 e 410 ed in Spagna gli onorevoli sono 350. Nella speranza che l’esempio di Barry O’Farrel venga seguito da tutti i nostri politici, vi auguro una buona lettura.

Lebowski: Cos'è... cos'è; che fa di un uomo un uomo, signor Lebowski? Drugo: Non... non lo so, signore. Lebowski: Essere pronti a fare ciò che è più giusto. A qualunque costo. Non è questo che fa di un uomo un uomo? Drugo: Sì, quello e un paio di testicoli.
Potrebbero interessarti anche