Prestito online: quanto si può richiedere?

Superata la maggiore età, il potere d’acquisto dell’individuo diventa una prerogativa importante. Per questo motivo, qui di seguito viene spiegato come poter ottenere facilmente e comodamente un prestito personale online

Quando si ha intenzione di richiedere un prestito personale non si sa effettivamente a chi rivolgersi data la numerosa offerta di finanziarie o istituti di credito. Di conseguenza, poter scegliere il miglior tipo di prestito da casa via Internet è un vantaggio molto importante.

Se si considera un prestito personale online sia le tempistiche che il numero di documenti da presentare sono ridotti esponenzialmente. Vi è anche la possibilità di affidarsi a siti comparatori di prestiti come Matchbanker.it per ottenere le migliori condizioni e un basso tasso d’interesse.

- Advertisement -

Quanto denaro è possibile richiedere per un prestito personale online?

Il quantitativo di denaro che si può richiedere tramite una finanziaria o istituto di credito online non è illimitato ma neppure esiguo. È possibile, infatti, richiedere un prestito finalizzato o non finalizzato la cui somma può andare dai 1.000 euro ai 60.000 euro.

Con la disponibilità di garanzie economiche come una busta paga che dimostra il possesso di un lavoro contrattualizzato o di un soggetto terzo che funge da garante, pressoché la totalità di finanziarie o istituti di credito concedono la possibilità di ottenere un prestito personale.

- Advertisement -

Perché il tasso di interesse è così importante?

Il tasso di interesse corrisponde ad una piccola percentuale che la finanziaria o istituto di credito lega al prestito che intende offrire. Il soggetto interessato al prestito, quindi, dovrà rendere – secondo il piano pattuito –  il denaro ricevuto con l’aggiunta della percentuale precedentemente stabilita. Il tasso di interesse viene calcolato su due variabili che sono TAN (Tasso annuale nominale) e TAEG o ISC (Indicatore sintetico di costo).

Il tasso di interesse, inoltre, può essere sia fisso che variabile. Nel primo caso, la percentuale legata al prestito richiesto non muterà, mentre nel secondo caso è possibile che la percentuale precedentemente imposta possa salire o scendere a secondo di determinate variabile legate al mondo della finanza.

- Advertisement -

Tipologie di prestito

Vi sono diversi tipi di prestito che possono o meno fare al caso della persona interessata. È possibile anzitutto parlare del prestito personale, ovvero una richiesta di credito che non necessita di motivazioni specifiche e che può essere utile per delle spese impreviste o per la copertura di debiti pregressi.

Successivamente, si può parlare del prestito vitalizio, riservato principalmente ai pensionati i quali possono richiedere fonti di liquidità rimborsabili.

La cessione del quinto, invece, è una forma di prestito richiesta da lavoratori dipendenti e pensionati, i quali cedono appunto un quinto del loro stipendio o della pensione per pagare la rata mensile del prestito stipulato con la finanziaria o istituto di credito.

Infine, va fatta una differenza tra prestito finalizzato e non finalizzato. Il prestito finalizzato riguarda la necessità di esporre una motivazione specifica per ottenere un finanziamento tramite finanziaria o istituto di credito. Il prestito non finalizzato invece non richiede alcuna motivazione specifica affinché possa essere ottenuto il finanziamento.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower