Pulsano a rischio – Interdittiva Antimafia alla ERCAV s.r.l.

Pulsano rischia l'espletamento del servizio di nettezza urbana, oltre a delle ripercussioni di natura finanziaria

Interdittiva ANTIMAFIA alla ERCAV s.r.l., azienda di igiene urbana che, ora, rischia il commissariamento

In una nota stampa, le considerazioni del Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, Angelo Di Lena

A seguito del fallimento della ditta LOMBARDI ECOLOGIA, la quale aveva messo a rischio anche la stessa Ercav S.r.l. (azienda di igiene urbana); nelle mani della famiglia Lombardi, sta per giungere un’altra pessima notizia, vale a dire: l’interdittiva antimafia ai danni della stessa azienda di raccolta e gestione dei rifiuti, satellite della Lombardi.

La situazione si è fatta pesante considerato che Ercav S.r.l., la quale a Pulsano gestisce i rifiuti, ha un raggio d’azione molto più ampio che coinvolge ben 30 comuni della provincia ionica e vanta un discreto numero di dipendenti.

Pulsano rischia l’espletamento del servizio di nettezza urbana, oltre a delle ripercussioni di natura finanziaria

Vista la situazione attuale, il piccolo comune della provincia ionica, dato il commissariamento, rischia il mancato espletamento del servizio di nettezza urbana e anche possibili e ulteriori ripercussioni che potrebbero essere di natura finanziaria.

Sulla vicenda, interviene il Consigliere, Angelo Di Lena, il quale si definisce alquanto preoccupato per l’attuale situazione e per le sorti dell’intero paese

A tal proposito, il Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, Angelo Di Lena ha voluto fornire alcune considerazioni su questa vicenda:
Confesso la mia preoccupazione per la bufera giudiziaria che ha coinvolto l’ERCAV, in particolare, per le conseguenza nefaste che potrebbero derivare per i cittadini del paese, per quanto concerne la raccolta e lo smaltimento.

Vista la gravità della situazione occorre muoversi subito. E’ mia intenzione sollecitare l’amministrazione comunale e il Sindaco per l’emanazione di un nuovo bando per la raccolta dei rifiuti di Pulsano.

Ritengo importante – prosegue Di Lena – non trascurare i lavoratori della ERCAV, incolpevoli vittime in questa vicenda giudiziaria, assieme alle loro famiglie. E il mio pensiero è rivolto, soprattutto, a loro, insieme ai miei concittadini, in particolar modo, ora che siamo in prossimità del Natale. I posti di lavoro vanno tutelati e preservati.

Per tale motivo è mia intenzione chiedere l’inserimento della clausola sociale nel bando che consenta di non perdere neanche un posto di lavoro.

L’efficienza del sistema di raccolta è una priorità a cui non possiamo rinunciare. Per questi motivi faccio un appello responsabile, rivolto a tutte le forze politiche (buone) del paese per la ricerca di una soluzione che – conclude – possa portare a una rapida risoluzione del problema“.

IL VICE PRESIDENTE DELLA QUINTA COMMISSIONE AMBIENTE DEL COMUNE DI PULSANO ANGELO DI LENA

Potrebbero interessarti anche