Pulsano – Impianti fognari e idrici, una nuova problematica all’orizzonte

Il comunicato stampa del Consigliere Di Lena

Il Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, Angelo Di Lena, ha inviato una richiesta al fine di organizzare un tavolo tecnico facente riferimento alla previsione dell’allaccio della rete fognaria lungo la litoranea salentina, la quale comporterà la sospensione degli impianti fognari e, allo stesso tempo, la rimozione di quelli idrici in caso di non ottemperanza

La nota stampa del Consigliere Indipendente, Angelo Di Lena

Nel corso di questi ultimi giorni, l’Acquedotto Pugliese sta inviando, a mezzo posta ordinaria, una comunicazione afferente l’allaccio alla rete fognaria per gli immobili ubicati nella zona di mare, palesando, in mancanza di ottemperanza, la sospensione del servizio di fornitura idrica e, al contempo, la rimozione dell’impianto idrico.

Il Consigliere, Angelo Di Lena, sempre attento e vicino alle problematiche del suo paese

Codesta problematica è stata presa in esame dal Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, Angelo Di Lena, il quale si sta interessando del suddetto a seguito di talune segnalazioni pervenutegli da parte di alcuni cittadini.
Difatti, viene considerata – dallo stesso – il numero elevatissimo di immobili presenti lungo la litoranea salentina la cui proprietà appartiene a cittadini pulsanesi, nonché la situazione di taluni proprietari, i quali hanno già ricevuto la comunicazione in oggetto.

Le dichiarazioni del Consigliere Indipendente, Angelo Di Lena, in merito alla suddetta problematica

Vista la serietà e l’urgenza della situazione – esordisce il Consigliere Indipendente – mi sto interessando, in prima persona, alla problematica recandomi presso il Comune del loco – Pulsano – al fine di comprendere – spiega Di Lena – quale sia il modo migliore per affrontare la richiesta dell’ente SAP ed eventualmente chiedere un tavolo tecnico, il quale sarà utile per spiegare agli interessati come comportarsi al fine di evitare lo sviluppo delle attività di rimozione e / o sospensione degli impianti.
Infine – conclude il Consigliere Indipendente del loco, Angelo Di Lena – mi sembra alquanto doveroso ringraziare tutti i cittadini che – termina – hanno chiesto il mio intervento e, a questi (e non solo), assicuro il mio massimo impegno al fine di poter individuare una concreta ed effettiva risoluzione del problema dianzi descritto e riportato.
Tutti – asserisce rivolgendosi ai cittadini – abbiamo il dovere di coordinarci all’unisono

Angelo Di Lena

Angelo Di Lena, il Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, nonostante la sua giovane età, è stato, fin da sempre, presente e attento alle problematiche che hanno coinvolto e visto protagonista il territorio.

La sua innata passione per la politica, gli ha permesso di coadiuvare una conoscenza approfondita e meticolosa delle normative (le quali possono essere attuate, quando possibile) e un’attenta e ricca raccolta di documentazioni che testimoniano le vicissitudini susseguitesi nella circoscrizione territoriale pulsanese.

In particolar modo, Di Lena è riuscito sempre a dare spazio e voce ai cittadini che, purtroppo, venivano “emarginati” e presi poco in considerazione dalle cariche politiche, fornendo, così, un servizio a 360°.

Un “modus operandi” che dovrebbe divenire, un vero e proprio, esempio per tutti coloro che, spesso e volentieri, non comprendono l’importanza dei cittadini, delle problematiche sociali e dell’intera comunità.

Di Lena, un politico dai sani principi e i valori morali che è contro la censura e l’informazione celata, come sottolineato, molteplici volte, dallo stesso anche nel suo blog.

Eletto nelle amministrative del 26 e 27 maggio 2013 nel Comune di Pulsano in una lista civica, ora mi appresto a fare il consigliere di opposizione.

È necessario che tutti: le istituzioni, le associazioni, la scuola, la parrocchia e i partiti (soprattutto in questo momento di crisi economica e sociale), ritornino nelle strade per essere sentinelle armate del coraggio, prendendosi cura delle situazioni di marginalità, di indifferenza, di povertà materiale e di valori.

Tutti insieme dovremmo uscire dal guscio dell’indifferenza. Solo in questo modo, il nostro Comune potrà programmare lo sviluppo economico con lo scopo di creare le sufficienti condizioni di lavoro per i nostri giovani.

A Pulsano, invece si tende a censurare, a chiudersi a riccio e, soprattutto, si tende a genuflettersi alla gente di potere.

Ma, in questo modo – esplica giustamente – non si può andare da nessuna parte“.

Potrebbero interessarti anche