Putin a San Pietroburgo: “In caso di irruzione occidentale riposta sarà fulminea”

Il leader russo ha parlato davanti al consiglio dei legislatori di San Pietroburgo

Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin in una riunione a San Pietroburgo ha parlato di una risposta fulminea in caso di irruzione occidentale nel conflitto in Ucraina; accennando anche alle ultime manovre militari che hanno colpito gli ucraini a est del paese.

Le parole di Putin arrivano a pochi giorni di distanza dal ministro degli esteri Serghei Lavrov. Il titolare degli esteri ha invece parlato di una possibile terza guerra mondiale in caso di allargamento del conflitto.

- Advertisement -

Putin: abbiamo a disposizione armi che l’Occidente non ha

Putin mercoledì, riferendosi ad un deposito di armi occidentali, ha affermato che l’esercito della Federazione ha distrutto un “grande lotto” di armi.

Abbiamo tutti gli strumenti militari che nessun altro può vantare di avere“, ha detto Putin ai legislatori a San Pietroburgo, riferendosi implicitamente ai missili balistici e all’arsenale nucleare di Mosca.

- Advertisement -

Non ce ne vantiamo: li useremo se necessario e voglio che tutti lo sappiano. Abbiamo già preso tutte le decisioni in merito“.

Il leader russo non è stato specifico. Ma di recente ha supervisionato il test di successo del missile balistico intercontinentale Sarmat, che la Russia dovrebbe presto schierare con la capacità per ciascuno di trasportare 10 o più testate nucleari.