RadioTheca cerca curatore – conduttore radiofonico

BBC_Wales_Sport_radio_booth

RadioTheca, web radio con sede a Cinecittà, per la sua programmazione di musica classica e per un programma dedicato alla storia della musica, sta cercando un giovane emergente, eventualmente anche musicista, come curatore-conduttore.

Caratteristiche necessarie: conoscenza approfondita della materia, spigliatezza, passione e creatività, età under 30.

Loading...

Il lavoro è retribuito.

Si invitano i giovani interessati, in possesso dei requisiti richiesti, ad inviare il proprio curriculum entro venerdì 14 novembre 2014, in vista di un colloquio, all’indirizzo e-mail radiotheca@eutheca.eu.

RadioTheca nasce con l’intento di  promuovere e diffondere, in Italia e nel mondo, la cultura nelle sue molteplici forme.
Nel palinsesto di RadioTheca trovano posto: la musica Classica, l’audiodramma con i grandi autori di Teatro e della Letteratura, i grandi compositori del passato e i maestri contemporanei, gli eventi culturali in programmazione in Italia e all’estero. 
RadioTheca  ha una redazione giovane (under 30) ma si avvale del contributo di grandi  professionisti del settore.
Una radio fatta dai giovani, per i giovani e per tutti gli amanti della musica classica e del teatro che non si accontentano del solito palinsesto.

 

A volte forse ... un po’ sopra le righe, ma questa caratteristica mi permette di adattarmi alle situazioni più varie. Sono Carmela Giordano, ma preferisco essere chiamata Carmen, ormai è tutta la vita che mi presento così e a volte mi sbagliano anche i documenti, ma non fa niente, si correggono. Nel 2001 mi laureo il psicologia presso l’ateneo di Urbino. Il lavoro di tesi mi porta ad avvicinarmi ad un mondo “senza parole” fatto di sensazioni, ad un mondo dove … “non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi” (da Il piccolo principe). Divento insegnante di massaggio infantile e socia dell’AIMI, Associazione Italiana Massaggio Infantile. Negli anni, conseguo altre certificazioni, perfezionamenti e specializzazioni. Con la tesi di specializzazione, discussa nel novembre del 2008, riesco ad unire le due passioni della vita: il teatro, con lo studio del "Metodo Stanislavskij" e la psicologia, con l’ottica Funzionale. Nel tempo mi sono occupata di tanti ambiti diversi: clinica, formazione, psicodiagnosi, marketing ed organizzazione di eventi, editoria ed altro.
Potrebbero interessarti anche