Ragusa, bimbo morto: “E’ stato ucciso”. Caccia a un’automobile.

Ragusa, bimbo morto: "E' stato ucciso". Caccia a un'automobile.

Alla fine si concretizza lo scenario più buio: il piccolo Andrea Loris Stival di Santa Croce Camarina (Ragusa) è stato ucciso. L’autopsia oggi ne svela le modalità. Il bambino è stato strangolato e gettato nel canalone dove sarà scoperto dal cacciatore Orazio Fidone. Smentita la voce di presunti abusi sessuali perché al momento non ci sarebbero riscontri. Gli inquirenti intanto sono in piena attività. Tutta l’area del rinvenimento è sotto sequestro e analizzata metro per metro. Sequestrata anche l’auto del cacciatore. Un semplice atto dovuto perché su di lui non ci sarebbe alcun sospetto.

C’è un’altra ragione alla base del sequestro. Le tracce seguite dai cani molecolari lasciano intendere che Andrea Loris avrebbe camminato da solo per un certo tempo, dopodiché sarebbe stato prelevato da un’automobile. Il bambino era abituato sin da piccolissimo a una certa indipendenza – raccontano i familiari – ma non dava confidenza agli sconosciuti. Si ritiene che il conducente dovesse quindi essere un volto a lui noto. Santa Croce Camarina è sotto setaccio con particolare attenzione ai video di sorveglianza dei vari esercizi commerciali.

Loading...

Nascono sospetti sulle presunte parole del padre di Andrea Loris, Davide Stival. “Perché prendersela con mio figlio? Questa volta lo ammazzo con le mie mani”, avrebbe detto. A chi si riferiva? Gli investigatori hanno smentito queste parole, ma arriva la ‘smentita della smentita’ da una parente. La zia del bambino, Antonella, conferma che quelle parole sono state pronunciate ma non sa dire di più. Il paesino ragusano annuncia il lutto e rimane in ansiosa attesa di novità. Anche perché la voce (non confermata) di una pista pedofila si fa sempre più forte e i genitori hanno paura.

 

Nato nel 1986 a Carate Brianza (MB) ma cresciuto in Sicilia. Ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza di Roma laureandosi con una tesi dedicata al giornalismo culturale de 'la Repubblica'. Coltiva molti interessi fra cultura, politica e sport. Crede nel valore del libero confronto fra idee e mette tutto il suo impegno nel sostenerlo.
Potrebbero interessarti anche