Referendum, a Zaporozhye superato il 50% di affluenza

Le votazioni chiuderanno il prossimo 27 settembre

Il referendum sull’adesione alla Federazione Russa della regione di Zaporozhye ha avuto un’affluenza già superiore al 50%, ha affermato lunedì Vladimir Rogov, presidente del gruppo della società civile We Are Together With Russia, un movimento che da anni spinge per l’amicizia con la Russia.

In sostanza, le persone hanno espresso la loro volontà. Abbiamo calcolato che l’affluenza alle urne sia superiore al 50%”, ha detto alla stazione radiofonica locale Komsomolskaya Pravda.

- Advertisement -

Sì, [il referendum] ha avuto indubbiamente successo. Sai, non abbiamo mai avuto un tale livello di entusiasmo per le elezioni negli anni precedenti“, ha aggiunto Rogov.

Secondo l’attivista, “negli oltre 30 anni di indipendenza dell’Ucraina non ho mai visto residenti locali così desiderosi di votare“. Ha aggiunto che l’affluenza alle urne aumenterà solo nel momento in cui sarà permesso alle persone uno spostamento più rapido (al momento infatti i residenti presentano difficoltà nel muoversi).

- Advertisement -

I referendum sull’adesione alla Russia sono iniziati nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk e nelle aree liberate delle regioni di Kherson e Zaporozhye alle ore 08:00 dello scorso 23 settembre. Al momento appaiono come un grande spartiacque della spinosa questione ucraina. Le votazioni proseguiranno fino al 27 settembre e presentano un semplice quesito con una risposta secca.