Renzi contestato da operai e precari della scuola

manifestanti

Matteo Renzi contestato da operai e precari della scuola, nel quartiere Brancaccio a Palermo

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi è stato contestato questa mattina con fischi ed insulti, nei pressi dell’Istituto comprensivo che porta il nome del Beato Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993 nel quartiere di Brancaccio a Palermo.

I contestatori erano centinaio di persone, tra cui operai edili e precari della scuola, i loro cori incitavano parole contro il premier Renzi che era davanti l’istituto per l’inaugurazione dell’anno scolastico.

Buffone, buffone, No alla riforma della scuola e Presidente vai via.

Loading...

Rabbia tra i manifestanti

Che hanno esposto cartelloni, tra le varie persone presenti i precari della scuola chiedevano al premier di essere stabilizzati, di ricevere le cattedre che avevano vinto tramite i concorsi ma di cui al momento non disponevano. Vi erano anche addetti al call center a protestare per il loro lavoro a rischio.

Potrebbero interessarti anche