Ritardi tra Italia e Francia, migranti sui binari

Viaggio da incubo

Migranti sui binari, questo il motivo dei ritardi dei treni tra Italia e Francia. A volte capita che i migranti sostino sui binari ma questa volta erano in tanti così hanno fermato tutta la circolazione ferroviaria, impedendo ai pendolari di arrivare in orario sul luogo di lavoro e ai turisti di godersi un viaggio tra mare e tranquillità.

I treni sono stati fermo svariati minuti perché i migranti erano proprio in mezzo ai binari e non volevano spostarsi; protestano perché la Francia non li fa accedere al suo territorio e perché tutte la volte vengono rispediti in Italia pur avendo in molti casi anche la cittadinanza francese.

Ritardi e cancellazioni

Il treno internazionale Thello 139, soltanto per portare un esempio, dopo le difficoltà per arrivare a Ventimiglia è ancora atteso a Milano con oltre due ore di ritardo. Arrabbiati i passeggeri che non riuscivano a trovare una soluzione alternativa e si sono persi importanti riunioni di lavoro.

Altri treni locali sono stati cancellati e hanno causato parecchi problemi ai pendolari, soprattutto in coloro che dovevano raggiungere Nizza per questioni di lavoro o di studio perché Nizza ha una Università tra le più famose in Francia. Cancellazioni che hanno gridare allo scandalo il responsabile dell’associazione francese pendolari che ha chiesto un risarcimento.

I problemi a Ventimiglia

Allo scalo di Ventimiglia sono stati fatti scendere altri stranieri, che si erano ‘attaccati’ a un treno merci diretto oltre confine. Anche qui i ritardi sono stati mal tollerati da pendolari e turisti che sono stati fermi per lunghissimi minuti prima di potere ripredere la marcia.

Il personale di Trenitalia e delle ferrovie francesi SNCF ha cercato di fornire tutta l’assistenza e le informazioni possibili ma anche per loro è stata dura; all’inizio non si sapeva niente e poi le notizie erano frammentarie e date sul contagocce.

 

Loading...
Valeria Fraquelli
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche