Roma: assegno di 800 euro al mese ai rom per una casa in affitto

Il bonus sarà erogato già da fine mese

La sindaca di Roma Virginia Raggi, annuncia il nuovo piano per superare i campi rom; il piano del Campidoglio prevede un assegno fino a 800 euro per famiglia.

L’assegno sarà un bonus proporzionale al reddito, più alto per le famiglie indigenti, mentre più basso per le famiglie con reddito.

Il piano è stato messo a punto per smantellare ed eliminare le fatiscenti case nei campi, abitati dai rom, purtroppo il malcontento dei cittadini ha iniziato a diffondersi dopo la notizia.

Loading...

Le prime critiche arrivano dall’associazione 21 luglio, e da Matteo Salvini attraverso una diretta su facebook. 

L’associazione denuncia che il Campidoglio non sarebbe a conoscenza del vero numero di emergenza abitativa dei rom, difatti il comune ne conta 4500 in 9 villaggi, mentre per la Onlus sono 5300 in 19 insediamenti.

Salvini, protesta“Il sindaco di Roma (5Stelle) spenderà 4 milioni di euro per integrare e dare le case ai ROM”.

Il contributo per l’affitto sarà erogato già da fine mese su un conto corrente che ogni famiglia roma dovrà possedere, i primi ad usufruirne saranno gli appartenenti ai campi La Barbuta e Monachina. Il bonus verrà erogato per due anni, ed il denaro utilizzato circa 3,8 milioni di euro sono stati messi a disposizione dall’Unione Europea.

Grillo annuncia sul suo blog: “Applausi per Virginia Raggi e l’amministrazione 5 Stelle di Roma. Per la prima volta chi governa la capitale cerca di risolvere i veri problemi. Nessuno aveva provato a metter fine ai campi rom, ma c’erano state soltanto speculazioni ed un continuo ”mangia mangia” ”Da adesso in poi si inizieranno a chiuderli per sempre”

Quale patto tra comune e cittadini rom?

E’ stato istituito un patto di responsabilità tra il comune e le famiglie rom, questi ultimi per usufruire del bonus dovranno indicare un codice iban, e permettere alla guardia di Finanza e all’Agenzia delle Entrate di monitorare i movimenti bancari.

Inoltre i nomadi avranno meno pulmini scolastici e dovranno impegnarsi ad accompagnare direttamente i loro bambini a scuola.

Il Comune di Roma si prenderà carico di sostenere e fornire corsi di formazione per avviare piccole imprese.

 

 

Potrebbero interessarti anche