Scoperta shock sulla sicurezza nelle scuole

Scuole italiane ad altissimo rischio di cedimenti strutturali

Un servizio delle “Iene” fa una scoperta a dir poco shoccante sulla sicurezza nelle scuole italiane, un risultato che mette in evidenza tutta la fragilità e la fatiscenza degli edifici scolastici.

La stragrande maggioranza delle suole italiane, anche quelle che si trovano in territori a forte rischio sismico ed idrogeologico, non sono mai state controllate e non hanno la certificazione del livello di rischio che invece dovrebbe essere obbligatoria. Anche l’indice di vulnerabilità, che misura nello specifico come si comporta l’edifico scolastico in seguito a sollecitazioni esterne come terremoti ed alluvioni, manca in quasi tutte le scuole del nostro Paese. La scuole di Fermo, nelle Marche, in cui esattamente una settimana fa è crollato il soffitto in una delle aule senza per fortuna provocare morti e feriti non aveva mai ricevuto nessun controllo di stabilità e staticità pur trovandosi in una zona altamente sismica ed avendo subito danni in seguito alle micidiali scosse del 2016.

Le scuole del cratere sismico che si è venuto a creare nel centro Italia in seguito alle potenti scosse che hanno raso al suolo Amatrice, Accumoli, Norcia e tanti altri centri pieni di storia e fascino nel 2016, non erano mai state controllate e si sono scoperte estremamente insicure. Innalzamenti troppo pesanti, strutture molto vecchie, infiltrazioni d’acqua, controsoffitti fatti male, sono solamente alcuni dei problemi che i Vigili del Fuco hanno evidenziato nelle scuole miseramente crollate dopo il sisma. Il tutto è reso ancora più grave dal fatto che proprio le strutture scolastiche avrebbero dovuto servire come punti di incontro dei cittadini in caso di terremoto.

La legge che sancisce l’obbligatorietà per gli amministratori locali di eseguire controlli accurati alle strutture scolastiche è in vigore da quel tragico giorno in cui nel 2002 a San Giuliano di Puglia la scuola elementare crollò in seguito ad una scossa di terremoto uccidendo ben 27 bambini e una maestra ma purtroppo non è quasi mai stata applicata e i risultati disastrosi sono sotto gli occhi di tutti.

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche