Serbia-Kosovo, Lavrov: “La posizione di Mosca rimane invariata”

Il diplomatico ha confermato la posizione di Mosca

La posizione della Russia sul Kosovo è invariata. Mosca chiede una soluzione praticabile e reciprocamente accettabile tra Belgrado e Pristina, ha affermato lunedì il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov durante i colloqui con il ministro dell’Interno serbo Aleksandar Vulin.

Per quanto riguarda il Kosovo, la posizione della Russia è invariata. È stata più volte ribadita dal presidente Vladimir Putin. Chiediamo una soluzione praticabile e reciprocamente accettabile tra Belgrado e Pristina sulla base della risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Naturalmente, deve prima di tutto essere in linea con il diritto internazionale ed essere approvato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite“, ha affermato. “Accetteremo una soluzione del genere che sarà accettabile per i serbi. Estenderemo il supporto a tutto tondo ai nostri amici serbi per ottenere questo risultato“.

- Advertisement -

Ha inoltre osservato che i colloqui mediati dall’UE tra il presidente serbo Aleksandar Vucic e il primo ministro del Kosovo Albin Kurti, che si sono tenuti a Bruxelles, non hanno prodotto progressi.

Sappiamo dell’ultimo round di colloqui tra il presidente [serbo] Aleksandar Vucic e il primo ministro [del Kosovo] Albin Kurti, che si è tenuto a Bruxelles con la mediazione dell’Unione europea. Non ha raggiunto i risultati sperati“, ha affermato.