Shoah, il ricordo e la memoria

Le giovani generazioni non si dimentichino della Shoah e di tutti gli stermini e i genocidi perpetrati in nome di falsi valori

PhpoCredit: siciliajournal.it

Oggi, in tutta Italia si commemora la Giornata della Memoria. Il pensiero del Consigliere Indipendente del Comune di Pulsano, Angelo Di Lena

La nota stampa del Consigliere Di Lena

Oggi, sabato 27 Gennaio è una bella mattina d’inverno a Pulsano, con un’aria un po’ frizzantina; un giorno che, apparentemente, sembra essere come gli altri, ma che in realtà, si rivela essere, un giorno particolare, denso di storia che merita di essere ricordato, purtroppo, tristemente, per sempre, per la sua importanza e tragicità: una ricorrenza internazionale conosciuta in tutto il mondo come il “Giorno della Memoria”, fatta per commemorare le vittime dell’Olocausto.
Provo un sentimento di tristezza – enuncia Di Lena – Oggi, in tutto il mondo, si celebra la giornata della memoria.
Il valore simbolico di questo evento è altissimo, perché nel nostro paese la giornata della memoria, ricorda non solo tutte le vittime dell’Olocausto e delle leggi razziali, ma anche coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati ebrei, i deportati militari, i politici italiani nella Germania nazista.

Pertanto, il suo significato assume un valore simbolico che va ben oltre l’evento che riguarda ognuno di noi. Quanti italiani, quante famiglie e fra queste quanti nostri concittadini hanno provato l’orrore della deportazione nei lager nazisti.
La giornata di oggi – spiega Di Lena – è importante per conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico e oscuro periodo della storia nel nostro Paese e dell’intera Europa, e, soprattutto, affinché simili eventi non possano mai più accadere.

Inoltre è, altresì, doveroso ribadire che la guerra e la violenza non rappresentano, nella maniera più assoluta, una soluzione ai conflitti. Ogni diatriba fra popoli deve passare attraverso la mediazione, la cooperazione e il dialogo, per avviare i popoli della Terra sulla strada di uno sviluppo sostenibile in armonia con il Pianeta.

Credo che ognuno di noi – prosegue il Consigliere Indipendente – specialmente chi ha incarichi pubblici, deve contribuire nel sociale con questa riflessione sul valore della memoria, affinché i posteri e, dunque, le giovani generazioni non si dimentichino della Shoah e di tutti gli stermini e i genocidi perpetrati in nome di falsi valori.

Allo stesso tempo – rammenta – ritengo importante con il nostro contributo arginare tutti i fenomeni di razzismo e negazionismo che sempre più largamente si infiltrano nelle nostre società. In fondo – conclude il Consigliere, Angelo Di Lena – la memoria di questo tragico passato (e non solo) serve ad aiutarci a costruire un futuro di pace.”

Potrebbero interessarti anche