Statte – Andrisani: “Emiliano proceda celermente con l’assegnazione dei sostegni per le gravi non autosufficienze”

Andrisani: "Sarebbe utile fornire un servizio supplementare alle persone non autosufficienti, le quali, nonostante percepiscano anche un ISEE di €15.000-20.000, sono costrette a fronteggiare tantissime spese proprio per le cure previste"

Scaduti i termini per la presentazione delle domande in merito all’attivazione dell’assegno di cura per le gravissime non autosufficienze

La nota stampa del coordinatore di Sinistra Italiana di Statte, Daniele Andrisani

A seguito dell’appello lanciato nei giorni scorsi dal Consigliere regionale di Sinistra Italiana, Mino Borraccino, arriva quello del coordinatore di Sinistra Italiana di Statte, Daniele Andrisani.

E’ ormai dal lontano 30 Settembre 2017 che – commenta Andrisani – sono scaduti i termini per la presentazione delle domande che hanno previsto, in Puglia, l’apertura delle procedure in merito all’attivazione dell’assegno di Cura per le gravissime non autosufficienze.

Pertanto – enuncia il coordinatore di SI – da oltre 3 mesi, le famiglie pugliesi con familiari non autosufficienti a carico, ben 9.105 famiglie, ancora oggi, non ricevono risposte per codesti sostegni. Fra queste persone – spiega –  vi sono moltissimi utenti che, fino alla precedente misura, percepivano l’assegno di sostegno sociale e che invece, oggi, sono esclusi, pur avendo gravissimi problemi di disabilità.

Loading...

Non è più tollerabile questo ritardo che non consente a tante famiglie di poter avere disponibilità. Difatti, ciò consentirebbe, sia all’utente con problemi e sia a colui che accudisce il malato, di poter alleggerire quel carico di lavoro che giornalmente ricade, in particolar modo, su coloro che h24 assistono la persona non autosufficiente, la quale, spesso e volentieri, è gestita da un’unica persona, ovvero: il coniuge anziano, con altrettanti problemi di salute, in quanto, gli altri membri, gradatamente abbandonano il peso dell’assistenza delegandolo a un solo membro della famiglia.

Il familiare che si occupa dell’assistenza – prosegue Andrisani – in questo modo, rischia di essere isolato e di isolarsi emotivamente e socialmente dalla vita pubblica e privata, fino ad arrivare gradualmente ad una vera e propria crisi psichica.
Sinistra Italiana / Liberi E Uguali, molto sensibile alle problematiche sociali delle famiglie pugliesi, grazie a un emendamento alla legge di bilancio, approvato pochi giorni fa dal Consiglio regionale, ha chiesto e ottenuto un incremento delle risorse del Fondo regionale per la non autosufficienza, con il quale si potrà rispondere con maggiore efficacia al bisogno di protezione sociale di queste persone e delle loro famiglie, avendo previsto che la misura dell’Assegno di Cura sarebbe stata insufficiente“.

Ma, a quanto pare, tutto ciò non basta, per cui il coordinatore di SI Statte, Andrisani, si rivolge al Presidente Emiliano e lo invita a intervenire su tale problematica, affinché si possa procedere celermente ed equamente con l’assegnazione degli assegni di cura in favore di queste persone, le quali attendono, ormai, da troppo tempo.
Le istituzioni – continua il coordinatore di Sinistra Italiana Statte Andrisani – hanno l’obbligo morale di dare tutto il supporto possibile a chi vive condizioni di difficoltà a causa di gravi patologie“.

Stando a quanto riportato, si evince il fatto che sia prevista un’assistenza SAD da parte dei Comuni e della Regione per tali persone.

Sarebbe opportuno – riferisce, in conclusione, Andrisani – fornire un servizio supplementare alle persone non autosufficienti, le quali, nonostante percepiscano anche un ISEE di €15.000-20.000, sono costrette a fronteggiare tantissime spese proprio per le cure previste“.

Potrebbero interessarti anche