Taranto – Furto al pronto soccorso

Il comunicato dei Carabinieri

Un uomo di 60 anni approfitta della folla al pronto soccorso e ruba un portafogli a un’infermiera e un borsellino a un ragazzo lì presente

Un uomo di circa sessanta anni (il quale è risultato essere senza fissa dimora) è stato arrestato, poiché, dopo essersi introdotto all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale SS. Annunziata del capoluogo ionico, ha rubato due portafogli nel giro di pochi minuti

I Carabinieri della Compagnia della Stazione di Taranto, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di furto aggravato con destrezza, un uomo di 60 anni, il quale è risultato essere senza fissa dimora, originario della provincia di Lodi.

L’incremento dei servizi preventivi dei Carabinieri, un’arma sicura e immediata contro i reati commessi nei confronti di obiettivi “sensibili”

L’incremento dei servizi preventivi, predisposti ed eseguiti dai Carabinieri della Compagnia cittadina, finalizzati, tra l’altro, a vigilare gli obiettivi sensibili tra cui le strutture ospedaliere, già nel recente passato oggetto di raid e atti vandalici, sta permettendo di reprimere nell’immediatezza i reati predatori e di maggiore allarme sociale.

L’esito dei controlli effettuati sul territorio – I militari hanno scoperto due furti commessi in pochi minuti all’interno dell’Ospedale SS. Annunziata

Proprio una pattuglia dei Carabinieri dislocata in pieno centro e, più precisamente, nel quartiere Borgo, ha permesso di scoprire due furti, avvenuti, tra l’altro, a distanza di pochi minuti, i quali sono stati commessi all’interno dell’Ospedale SS. Annunziata della città bimare.

I due furti commessi dall’uomo di 60 anni, colto in flagrante dai militari

Mediante l’ausilio e, dunque, la preziosa collaborazione del personale dell’istituto di Vigilanza Privata, dislocato presso la struttura sanitaria, i militari sono riusciti a intervenire tempestivamente, sorprendendo l’uomo di 60 anni, il quale, poco prima, approfittando dell’elevato numero di persone in attesa al Pronto Soccorso, aveva dapprima asportato il portafogli a un’infermiera e, successivamente, un borsellino a un ragazzo lì presente.

Le disposizioni – L’uomo è stato bloccato, condotto in caserma, tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale del capoluogo ionico

L’uomo è stato bloccato e condotto in caserma; inoltre, il suddetto è stato tratto in arresto e, successivamente, come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo ionico, veniva tradotto in carcere.

I portafogli (contenenti i documenti personali e del denaro contante) sono stati restituiti ai legittimi proprietari

Entrambi i portafogli, i quali contenevano oltre ai documenti personali anche del denaro contante, venivano subito recuperati e restituiti ai legittimi proprietari, ovvero: l’infermiera e il ragazzo.

Potrebbero interessarti anche