Taranto – L’appello di un ammalato di sla

La richiesta di aiuto di Salvatore Colonna da condividere e far girare

L’appello disperato di un ammalato di sla e l’inverosimile risposta da parte dell’Asl

Chiunque sia in grado di aiutarlo, dia il suo contributo a Salvatore Colonna, ammalato di sla.

Di seguito, riportiamo fedelmente e testualmente l’appello che, Colonna, ha lanciato e pubblicato nel gruppo di Facebook denominato “Sei di Taranto se…“:

Buongiorno a tutto il gruppo – esordisce Colonna – ho bisogno del vostro aiuto – chiede disperatamente – Sono da tempo malato di sclerosi laterale amiotrofica detta comunemente  – esplica – sla.

Loading...

Questa patologia – spiega in maniera minuziosa, al fine che qualcuno possa contribuire ad aiutarlo in merito con quanto gli è accaduto, come riportato nel suo appello – mi impedisce di camminare e, quindi, di poter uscire. Un mese fa – racconta – mi hanno donato questa macchinetta elettrica (vedi foto). Che dirvi? – domanda metaforicamente – E’ stata una benedizione, poiché, finalmente, ritornavo a essere indipendente e, tutto questo, è stato davvero fantastico. Ahimè, purtroppo – proferisce affranto e con cuore contrito – tutto questo è durato solo 20 giorni, poi, la mia macchinetta mi ha, praticamente, abbandonato.

Dallo scenario dianzi decritto e illustrato, prosegue Colonna – Da qui nasce il mio problema. Difatti, sono già 10 giorni che cerco qualcuno (un tecnico specializzato) che sia in grado di aiutarmi e, dunque, che possa riparare il problema venutosi a creare in così poco tempo. Ho trovato – riferisce – una officina a Talsano (in provincia di Taranto) e, qui, mi hanno risposto dicendomi che si era bruciata la scheda e – prosegue – mi aveva riferito che non era affatto semplice trovarne una simile; ma, nonostante ciò, mi aveva assicurato il loro interessamento e, di conseguenza, il loro aiuto. Così, però, non è stato. Ancora oggi, ho provato a contattarlo, senza ricevere alcun tipo di risposta. Tra l’altro – continua – ho provato a inviare una richiesta all’Asl, la quale mi ha riferito che sono previsti dei tempi di attesa di circa 3/4 mesi.

Attualmente, riesco a uscire, ma non so ancora per quanto, poiché, la mia malattia, mi indebolisce giorno dopo giorno; quindi – esplica rivolgendosi a tutti coloro che fossero interessati – ciò che chiedo a questo meraviglioso gruppo è se ci fosse o se qualcuno conoscesse qualche tecnico che sia in grado di ripararmela – Infine, conclude scrivendo –Ringrazio, anticipatamente, tutto il gruppo“.

Molteplici sono state le repliche alla richiesta di aiuto in oggetto; le quali hanno, tra l’altro, rivolto l’appello alle varie testate giornalistiche locali, al fine di divulgare la spiacevole notizia affinché qualcuno possa aiutare seriamente il signor Colonna.

E, dunque, com’è giusto che sia, noi rammentiamo l’importanza di tale appello, ripetendovi che “Chiunque sia in grado di aiutarlo, dia il suo contributo a Salvatore Colonna, ammalato di sla“.

CONDIVIDI
Loading...