Taranto – Retata Carabinieri, arrestato lizzanese; Sequestro animali in estinzione; Rubano energia, nei guai 7 tarantini; Furto, arrestato (Foto)

Le notizie di oggi

“Retata” dei Carabinieri, 4 arresti e 13 persone denunciate

4 arresti e 13 denunce a piede libero è il risultato di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto negli ultimi giorni dalla Compagnia Carabinieri di Manduria e finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere. Il Nucleo Operativo Radiomobile e le Stazioni dipendenti dalla Compagnia, nel corso di tale attività, in esecuzione di provvedimenti restrittivi emessi dagli Uffici Esecuzioni Penali del Tribunale di Taranto e Foggia, hanno tratto in arresto,

e associato presso la Casa Circondariale del capoluogo jonico:

– un 31enne di Sava (TA), in atto sottoposto alla detenzione domiciliare, dovendo espiare la pena di anni 1 e mesi 3 di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di furto in concorso;

Loading...

– un 61enne di Lizzano (TA) dovendo espiare la pena di anni 1 e mesi 8 di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di violazione della Sorveglianza Speciale di P.S. alla quale era stato sottoposto.

e sottoposto alla detenzione domiciliare:

– un 54enne di Sava (TA), dovendo espiare la pena di mesi 3 e giorni 15 di reclusione in quanto riconosciuto colpevole del reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni e lesioni personali;

– un 65enne di Avetrana (TA) dovendo espiare la pena di mesi 2 di reclusione per insolvenza fraudolenta.

Nel medesimo contesto hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 13 persone e più specificatamente: 3 per furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli; 3 per furto aggravato; 4 per furto in abitazione; 1 per violazione colposa dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro; 1 per guida senza patente in quanto mai conseguita; 1 per truffa.

Inoltre venivano segnalate, all’U.T.G. – Prefettura di Taranto, quali assuntori di sostanze stupefacenti, 3 persone, sequestrando complessivamente gr.0,8 di cocaina, gr. 0,9 di marijuana e gr.1,04 di hashish, che sarà inviata al L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto per le analisi quali-quantitative.

Sequestrati animali in estinzione in un negozio di Talsano (Foto) – Nota stampa

SEQUESTRATI ANIMALI IN ESTINZIONE IN UN NEGOZIO DI TALSANO (FOTO)

Un pappagallo Lory arcobaleno (Trichoglossus haematodus) e un Iguana (Iguana iguana), sono stati sequestrati in un’attività commerciale di Talsano dai militari del CITES Carabinieri di Bari nel corso di attività di controllo per la tutela di specie animali e vegetali minacciate di estinzione.
Gli esemplari, appartenenti a specie tutelate dalla normativa internazionale CITES, sono stati rinvenuti in un’attività commerciale adibita alla vendita di animali ed accessori per detti di Talsano. Alla richiesta dei militari, dei documenti che comprovassero la legale acquisizione degli esemplari così come previsto dalla normativa, il titolare del negozio ha dichiarato di non esserne in possesso. Pertanto i Carabinieri del CITES di BARI hanno deferito all’Autorità Giudiziaria il detentore di origini tarantine, ed hanno provveduto al sequestro degli esemplari, che saranno successivamente affidati ad una struttura autorizzata alla detenzione.

Tamburi – Rubano energia elettrica, nei guai 7 tarantini, la nota stampa

Rubano energia elettrica allacciandosi alla rete pubblica. Nei guai 7 tarantini residenti al rione Tamburi.

I Carabinieri della Compagnia di Taranto, con l’ausilio di personale dell’ Enel, negli ultimi giorni hanno eseguito una serie di controlli, volti a verificare il corretto funzionamento di contatori dell’energia elettrica presenti presso esercizi pubblici ed abitazioni private del capoluogo i cui consumi facevano sospettare manomissioni degli apparecchi.

In tale contesto, i militari della Stazione di Taranto Nord hanno denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, 7 persone tutte residenti in un condominio del rione Tamburi, ritenute responsabili di furto aggravato continuato.

I militari, durante gli accertamenti, hanno constatato che i soggetti, allacciandosi abusivamente alla rete pubblica, si procuravano illegalmente illuminazione nelle rispettive abitazioni.

Inseguito e arrestato dopo il furto in un grande magazzino

Gli agenti del Commissariato “Borgo”, hanno tratto in arresto per rapina impropria , possesso ingiustificato di oggetti da scasso e da taglio e lesioni gravissime un 40enne tarantino con numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, evasione e stupefacenti.
Intorno alle 15.30 di ieri, la Sala Operativa 113 ha allertato gli agenti della Volante del Commissariato “Borgo” per un furto in atto all’interno dell’Oviesse sito in via Di Palma.
Il direttore del negozio un dipendente e l’addetto alla vigilanza dopo aver sorpreso il ladro, si sono messi al suo inseguimento riuscendo, dopo una breve e violenta colluttazione, a bloccarlo in via Cavallotti.
I poliziotti giunti sul posto dopo aver fermato ed identificato l’autore del furto hanno accertato, dalle dichiarazioni del personale del negozio, che il ladro si era impossessato di numerosi capi d’abbigliamento e vistosi scoperto era riuscito a fuggire attraverso una porta di uscita d’emergenza sita in via Anfiteatro.
Nel corso di un primo controllo gli agenti hanno trovato in possesso del 40enne fermato un coltello da cucina con il quale l’uomo avrebbe presumibilmente forzato l’uscita d’emergenza.
L’uomo è stato così accompagnato negli Uffici del Commissariato e dopo le formalità di rito tratto in arresto.
La merce sottratta per un valore di circa 500 euro circa è stata restituita al legittimo proprietario.