Tragedia: Giovane neomamma si suicida lanciandosi dalla finestra dell’ospedale Murri a Jesi

noemamma suicida

Tragedia a Jesi, dove una giovane neomamma di soli 36 anni è precipitata dal terzo piano dell’ospedale Murri a Jesi. La caduta è stata letale per la donna, nonostante l’intervento immediato dei soccorsi, è deceduta. La drammatica vicenda si è verificata durante la notte, a Jesi nell’anconetano.

La donna B.R. di 36 anni era residente a Cupramontana aveva partorito da pochi giorni il suo bambino. Le indagini delle forze dell’ordine sono al vaglio.
Si cerca di analizzare le possibili cause, anche se la donna di 36 anni, sposata, soffriva di depressione, ed era in cura. Era in attesa di una visita specialistica che l’avrebbe aiutata a superare il suo momento. La madre della donna, si è addormentata un attimo e la donna in quei pochi minuti ha deciso di metter fine alla sua vita. Esattamente verso le 2,30 ha aperto la finestra e si è lasciata cadere nel vuoto da dieci metri di altezza. I soccoritori che sono intervenuti sono rimasti sotto chock per l’accaduto, ma non hanno potuto far nulla.

Loading...

Sul suo profilo personale di facebook, descriveva la sua gravidanza, con gioia, felicità, condividendo post positivi sul bellissimo periodo che stava vivendo. Il 26 settembre dopo aver dato alla luce il suo bambino scrisse un post “Amore che bello darti al mondo, benvenuto” La donna lavorava come impiegata e social marketing in una famosa azienda Vallesina.

Anni prima aveva dovuto superare il dramma della depressione, e a detta delle persone che la conoscevano, stava benissimo. ”Era una ragazza solare”.

Il dramma della depressione post partum ha tolto una madre al suo bambino, è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune donne a partire dal 3° o 4° giorno seguente la gravidanza e che può avere una durata di diversi giorni, manifestandosi in qualche caso come depressione vera e propria, accompagnata da forme di psicosi. I sintomi arrivano a delinearsi e diventano gravi nella psicosi post-partum la forma più grave di depressione che richiede l’intervento medico, e se necessario il ricovero in ospedale.

Potrebbero interessarti anche