Trump annuncia il ritiro delle truppe dall’ Afghanistan

Dopo il ritiro dalla Siria, il presidente decide di reimpatriare un numero importante di truppe da KabuI

Dopo aver ordinato il ritiro dalla Siria, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di ritirare anche le truppe dall’Afghanistan. L ‘ho ha annunciato un responsabile dell’amministrazione statunitense, confermando le voci di un ritiro imminente anche da Kabul.

La decisione è stata presa dopo che il segretario alla Difesa Jim Mattis ha annunciato la sua intenzione di lasciare la Casa Bianca citando differenze con Donald Trump sui rapporti con gli alleati. Secondo i media locali gli Usa ritireranno circa 7 mila uomini tra qualche settimana, attualmente ci sono oltre 14 mila soldati americani in Afghanistan.

L’annuncio a sorpresa ha scatenato una bufera sul presidente americano, intorno al ritiro dalla Siria l’attenzione è massima a livello mondiale. Intanto Vladimir Putin ha dichiarato: “Donald ha ragione, ha fatto bene”, sentenzia lo zar del Cremlino, che da sempre parla di presenza “illegale” degli Usa in Siria.

Secondo i giornali statunitensi Jim Mattis era andato alla Casa Bianca per provare a convincere Trump a cambiare idea sul ritiro completo dell’esercito dalla Siria, una decisione che Trump aveva annunciato inaspettatamente mercoledì e che avrà grandi ripercussioni sull’intera regione.
Il ritiro, in particolare, favorirà la Turchia, l’Iran e la Russia – che potrà guadagnare influenza nella zona – e complicherà la vita dei curdi, che sono stati i principali alleati degli Stati Uniti nella lotta allo Stato Islamico e che avevano ricevuto in passato rassicurazioni dai governi americani.

Potrebbero interessarti anche