Trump dichiara “via le truppe americane dalla Siria”

Il presidente americano smentisce Macron

Dopo L’attacco sferrato in Siria la notte scorsa il presidente americano Donald Trump ha dichiarato che i militari torneranno a casa al più presto. La notizia è stata data dalla portavoce della Casa Bianca Sara Sanders replicando al presidente Macron che aveva detto invece di aver convinto Trump a rimanere per limitare gli attacchi con armi chimiche.

Dieci giorni fà Trump aveva  già dichiarato l’intenzione di disimpegnarsi  “Usciremo molto presto dal Paese lasciamo che siano altri ad occuparsene ora. In Siria ci sono circa duemila soldati americani”. Intanto i vertici Onu si sono riuniti per parlare dell’attacco di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna.  Trump ha sottolineato che gli Stati Uniti sono determinati a sconfiggere L’Isis e  impedire un suo ritorno.

I tre paesi alleati hanno sottoscritto un documento al consiglio Onu che punta ad aiuti umanitari senza tregua chiedendo alla Siria di impegnarsi nei negoziati di pace, hanno parlato di un’inchiesta riguardante le armi chimiche in Siria. Nel documento si chiede inoltre che entri in vigore il cessate-il-fuoco votato a febbraio e che il presidente siriano Bashar al-Assad si impegni in trattative di pace “costruttive e senza precondizioni”.

Loading...

I negoziati su questa bozza inizieranno martedì, ma non è chiaro quando verra’ messa al voto. I diplomatici dei Paesi occidentali in Consiglio si sono detti pronti a dare tempo alla Russia per dialogare, trattare e approvare il testo senza porre un altro veto.