Un comitato di scienziati contro l’Ema: “Dati sui vaccini occultati”

Ma l'Ema ribatte: "Respingiamo fermamente ogni accusa".

Cento scienziati, facenti parte della associazione “Doctor for covid ethics” puntano il dito contro l’Ema: per l’associazione, Ema nasconderebbe i dati reali sulle morti post-vaccino. A riportarlo è Il Tempo.

Si legge su Il Tempo che: “Epidemiologi, esperti di malattie infettive, microbiologi, chimici e biologi, tutti parte dell’associazione “Doctors for Covid ethics” (Medici per l’etica Covid), hanno infatti scritto due lettere indirizzate direttamente alla direttrice dell’Agenzia Emer Cooke, ma anche alla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, e al presidente del Consiglio europeo Charles Michel.”

- Advertisement -

“Le nostre preoccupazioni riguardo ai vaccini basati sui geni non si limitano a quello di AstraZeneca, ma anche a Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson – si legge nella lettera scritta dagli esperti -. La nostra preoccupazione più seria è che voi date l’impressione che la trombosi del seno venoso cerebrale (CV ST) sia un evento avverso molto raro. In effetti, è vero probabilmente il contrario. I sintomi cardinali del CVST dominano l’elenco delle reazioni avverse”.

Gli affetti avversi preoccupanti, per i quali è necessario rivolgersi subito ad un medico, ricordano gli scienziati, sono: “Mal di testa lancinante, nausea e vomito, coscienza alterata, linguaggio alterato, visione alterata, problemi di udito, paralisi di vario grado in varie sedi e perdita del controllo motorio”.

- Advertisement -

Ma l’Ema stavolta ribatte perentoria: “Respingiamo fermamente ogni accusa di compiacenza e di occultamento della verità. L’Ema sta fornendo maggiore trasparenza delle sue attività di regolamentazione su trattamenti e vaccini per il Covid-19, anche oltre a quanto è previsto per gli altri medicinali”. https://www.ema.europa.eu/documents/other/reply-open-letter-doctors-covid-ethics-concerning-covid-19-vaccines_en.pdf

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.