Un complotto jihadista contro Baby George

Minacce anche a tutta la famiglia reale.

Un complotto jihadista per uccidere il Principino George, figlio primogenito del Principe William e di Kate Middleton, mentre è nella sua scuola, il prestigioso asilo di Battersea, a sud-ovest di Londra. Husnain Rashid, un musulmano britannico di 32 anni radicalizzato e simpatizzante del sedicente Stato islamico, aveva pensato di colpire proprio il Principino ed aveva anche incoraggiato potenziali «lupi solitari» ad intraprendere azioni violente contro membri della famiglia reale.

Husnain, nato nel Lancashire, si sarebbe nascosto dietro un canale online ribattezzato ‘Lone Mujahid’ per sollecitare all’azione giovani aspiranti jihadisti solitari a colpire quelli che vengono definiti “i miscredenti britannici”: nei suoi messaggi di violenza, suggeriva che il modo migliore per eliminare il piccolo George è a scuola quando è con gli altri bambini in classe. Nei messaggi deliranti di Husnain si leggono slogan di propaganda, minacce contro la famiglia reale ed i politici, inni al sedicente Stato islamico e frasi che spiegano come i veri musulmani dovrebbero reagire all’oppressione dei “crociati occidentali”. Tra le pagine web più visitate dal potenziale terrorista ci sono siti gestiti direttamente dall’ISIS, canali di You Tube con foto e video di decapitazioni di ostaggi e che insegnano come fabbricare bombe ed ordigni artigianali.

Adesso il terrorista, che ha lavorato in passato come gommista, ma anche come insegnante in una scuola islamica ed è residente nel Lancashire, è stato arrestato e deve rispondere di sei capi d’imputazione per istigazione al terrorismo per i quali si proclama innocente. Per l’accusa non c’è invece  nessun dubbio sul fatto che il complotto stesse entrando già nella fase di preparazione all’attacco vero e proprio e che l’uomo sia indubbiamente l’ideatore di tutto. “Ha scritto numerosi post per glorificare le atrocità terroristiche commesse, incitando i suoi lettori a pianificare e commettere più attentati possibile” ha detto la responsabile dell’accusa. Il giovane avrebbe anche mandato mail ad altri jihadisti con incitazioni a colpire i militari britannici sia in patria che all’estero.

Il livello di sicurezza e protezione per la famiglia reale è stato innalzato e verranno presi nuovi provvedimenti più severi per garantire l’incolumità di tutti i membri della casa reale.

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche