Usa: puma attacca due ciclisti, uno è morto l’altro ferito gravemente

Il puma ha trascinato la vittima nella sua tana

Due ciclisti americani sono stati attaccati da un puma in un bosco a circa 50 chilometri da Seattle. Uno è stato ucciso mentre l’altro è stato ferito gravemente.  I due ciclisti, Isaac M. Sederbaum di 31 anni e Sonja J, Brooks di 32, stavano facendo tranquillamente una gita in mountain bike nella zona di North Bend, quando sono stati attaccati. È successo ieri mattina intorno alle 11 ora locale (le 20 in Italia).

Il puma un maschio di 4 anni e 45 chili si è avventato contro l’uomo facendolo cadere e mordendolo alla testa subito dopo si è rivolto contro la donna che tentava di fuggire, l’ha inseguita, attaccata e portata nella sua tana nel bosco.

L’altro ciclista pur ferito è riuscito a rimettersi in sella e andare a cercare aiuto pedalando per quasi due chilometri in una zona dove prendesse il cellulare, ha cosi chiamato il 911. Arrivati sul posto i soccorritori hanno trovato la bici e in seguito grazie al fiuto dei cani, il corpo senza vita della vittima e il puma. Il ragazzo è stato trasportato in ospedale ma non è in pericolo di vita. La polizia ha inseguito l’animale che si era rintanato nella foresta ed è stato abbattuto.

Loading...

“Di solito attaccano gli esseri umani solo se si sentono in pericolo” hanno dichiarato gli esperti “gli attacchi sono molto rari se ne contano 25 negli ultimi 100 anni“. Nello stato di Washington vi sono circa 200 esemplari di puma, le femmine possono arrivare a pesare fino a 60 chili, i maschi  fino a 100.