Australia: surfista gravemente ferito dall’attacco di uno squalo

Squalo

Grave attacco di uno squalo nei pressi di Kelpids Beach, nota località surfistica della Wylie Bay, nell’ Australia sud-occidentale. Un giovane surfista di 23 anni, Sean Pollard, è stato attaccato mentre si trovava a circa 150 metri dalla spiaggia, secondo le ricostruzioni riportate da ABC. Dopo un primo soccorso presso l’ospedale di Esperance, il surfista è stato trasferito in volo al Royal Perth Hospital. Il giovane sarebbe attualmente in condizioni stabili, secondo fonti ospedalieri, ma a seguito delle ferite riportate ha perso un braccio e una mano.

Le autorità locali, di concerto con il Dipartimento Pesca, hanno immediatamente chiuso tutte le spiagge limitrofe al luogo dell’attacco, avviando iniziative finalizzate alla neutralizzazione del predatore. A sole due ore di distanza, uno squalo bianco di 4,5 metri è stato catturato mediante l’impiego delle cosiddette Drum Lines, trappole ad esca frequentemente utilizzate Australia per prevenire l’avvicinamento di squali alla costa.

Loading...

Lisa Clack, manager della Shark Response Unit del Dipartimento Pesca, ha comunicato l’autorizzazione del Governo Federale ad abbattere lo squalo catturato, pur in assenza di riscontri certi sul fatto che l’esemplare sia l’effettivo responsabile dell’aggressione. Nelle ultime settimane, come riporta Perthnow, erano stati segnalati almeno 3 avvistamenti di squali in acque prossime a quelle in cui è avvenuto l’attacco. Aggressioni rare, quelle ai danni degli esseri umani, che tuttavia portano spesso conseguenze gravissime, quando coinvolgono squali di grandi dimensioni: sette aggressioni fatali dal 2010 al 2013, solo sulle coste dell’ Australia occidentale.