Avvistamento Ufo sulle Alpi Apuane: caso tra i “più significativi”

Durante il terzo congresso internazione del Cun, il Centro ufologico nazionale, è stato rivelato un avvistamento Ufo risalente allo scorso 5 aprile. La notizia, diffusa dall’ Ansa, descrive nel dettaglio l’avvistamento di un oggetto volante non identificato da parte di un impiegato e della moglie, residenti in provincia di Massa.

La coppia sta tornando a casa in macchina, su cui viaggia pure il figlio di pochi anni, addormentato. Poco prima delle 23.00, mentre l’auto si approssima ad una curva, i due coniugi avvistano uno strano riflesso di colore blu su una ringhiera in ferro, che delimita lo spazio di un’ edicola votiva. Pochi istanti dopo si palesa la fonte di quella luce. Un disco volante di forma circolare, sospeso a circa 5 metri d’altezza, a una distanza di 10-15 metri dall’auto della coppia. Descritto da entrambe i testimoni come un sorta di anello luminoso che ruota vorticosamente su se stesso, emettendo bagliori blu.

Spaventato dall’improvvisa apparizione, l’uomo alla guida accelera, cercando di allontanarsi il prima possibile dal luogo dell’ avvistamento. Solo in seguito il conducente andrà a fermare l’automobile, per poi scendere. Ma dell’ Ufo scorto poco prima non troverà più traccia nel cielo. Sparito nel nulla, così come dal nulla era apparso. L’avvistamento è stato denunciato dal testimone presso la stazione dei carabinieri di Massa, dove mediante l’apposito modulo è stato ricostruito nel dettaglio tutto l’episodio. Segnalazione poi trasmessa dai carabinieri al Reparto generale sicurezza dell’ Aeronautica Militare.

Loading...

Il Centro ufologico nazionale si è immediatamente occupato della vicenda, che secondo il presidente Vladimiro Bibolotti rappresenterebbe uno dei casi italiani “più importanti degli ultimi quindici anni”. Nel corso del terzo congresso internazionale del Cun, appena svoltosi a Roma, l’attenzione è stata focalizzata sugli eventi dell’ anno 1954, in cui sono stati registrati alcuni dei casi italiani più significativi. Gli avvistamenti ravvicinati di Roma e Milano, il 17 settembre, e il celebre avvistamento di Firenze del 27 ottobre, quando allo Stadio Comunale venne sospesa la partita tra Fiorentina e Pistoiese, a causa dell’apparizione improvvisa di 20 oggetti volanti che solcarono il cielo da ovest ad est.