Biden chiede 105 miliardi di dollari al congresso per Israele e Ucraina e controllo confini

Gli USA corrono in aiuto degli alleati

Una richiesta da 105 miliardi di dollari quella fatta pervenire dalla Casa Bianca, che ha chiesto al congresso di attingere ai fondi d’emergenza per soddisfare il fabbisogno economico di questa scelta.

Nella richiesta dell’amministrazione Biden sono inclusi 10,6 miliardi in sostegno militare a Israele, 61,4 miliardi per continuare a fornire armi e assistenza economica all’Ucraina e 9 miliardi in assistenza umanitaria per Israele, Gaza e Ucraina.

- Advertisement -

Dall’ inizio dell’invasione russa dell’Ucraina  nel febbraio 2022, gli Stati Uniti hanno fatto confluire nel paese dell’Est Europa un arsenale del valore di 44 miliardi secondo i dati forniti dal Dipartimento di Stato.

Il presidente USA ha fatto sapere che questi conflitti non sono lontani dal paese, anzi riguardano direttamente la sicurezza degli americani che sarà maggiore se il paese aiuterà gli alleati a vincere in guerra.

- Advertisement -

A margine della scelta del governo USA è arrivato il commento di Shalanda Young, direttore dell’Office of Management and Budget della Casa Bianca, la quale ha ammesso che i fondi serviranno anche ad aiutare l’industria bellica americana. Infatti secondo Young la spesa farà aumentare le linee di produzione, rafforzerà l’economia americana, terrà al sicuro il paese e creerà nuovi posti di lavoro per gli americani.

Insomma una presa di posizione chiara e netta, supportata dalle parole di Jake Sullivan, consigliere alla sicurezza nazionale USA. Sullivan ritiene che i conflitti attualmente in corso possono sembrare lontani ma il risultato di queste battaglie per la democrazia contro il terrorismo e le dittature sono essenziali per la sicurezza degli americani.