Home Prima pagina Boeing 737 Max: ecco l’elenco delle compagnie aeree

Boeing 737 Max: ecco l’elenco delle compagnie aeree

Diversi Paesi e alcune compagnie aeree, hanno bloccato i Boeing 737 Max dopo l'incidente in Etiopia. In italia, diverse compagnie utilizzano il modello per i voli.

Boeing 737: le compagnie aeree che lo utilizzano.

I Boeing 737 Max  operativi in cielo

Modello di Boeing 737

Oltre 5 mila ordini in tre anni e 350 Boeing 737 Max che al momento sono operativi in cielo.

Il modello Boeing 737 Max 8, che  per la seconda volta in pochi mesi, è precipitato subito dopo il decollo da Addis Abeba in Etiopia, è proprio il modello che ha avuto più successo nella storia del colosso americano Boeing che produce velivoli commerciali.

Le compagnie aeree che hanno scelto il Boeing 737

Le compagnie aeree che utilizzano i Boeing 737 Max

Sono in molte infatti le compagnie che hanno almeno un 737 Max nel proprio corpo di aviazione. Anche in Italia, Air Italy ne conta tre all’interno della sua flotta ed è previsto l’arrivo di altri 17 modelli entro il 2022. Alitalia non ne ha e non ha previsto l’acquisto di questo modello di aereo.La Lion Air ne conta  14, operativi da maggio 2017. Suo anche quello caduto in Indonesia.

La Southwest Airlines di Dallas ne possiede diversi e ne ha da poco ordinati 280. La Gecas ne conta 22 e ne ha ordinati 280. Air Lease  detiene 14 modelli 737, e ne aspetta altri 168.La United Airlines è operativa con 12 aerei Boeing e ne attende altri 136. La FlyDubai ha 14 modelli  737 Max 8, su un totale di  251 tipi di jet operativi.  La Spicejewt  ne conta invece 7 su 136.  Nessun jet per la Ryanair che però conta di acquistarne 135 modelli, già ordinati. Altri modelli Boeing 737 Max, appartengono a diverse compagnie aeree quali la Norwegian Air, la Turkish Airlines, la Qatar Airways, Air Europ e Icelandair.

Sembra che il colosso statunitense Boeing, abbia puntato la sua fortuna sui contenuti costi d’acquisto dei modelli Max 8 ( 117,1 milioni di dollari con sconti fino al 60% per grandi ordini), sul risparmio di carburante e infine, sulle spese quasi nulle relative all’addestramento dei piloti al simulatore.

Le compagnie aeree si tutelano e rassicurano i clienti. La Air Italy dichiara:

La compagnia si trova in piena conformità con le disposizioni delle autorità aeronautiche e alle procedure operative e direttive del costruttore.Siamo in costante contatto con le autorità e ne seguiremo le direttive con l’obiettivo di garantire un servizio improntato alla massima sicurezza del volo”.

 

La Boeing annuncia invece un aggiornamento del software dell’intera flotta dei 737 Max. L’aggiornamento sarà eseguito 8 anni dopo la progettazione del modello caduto in Etiopia.

Il modello 737 Max 8  presentato nel 2011 dalla Boeing, successivo al classico 737,  ha un nuovo motore in grado di offrire il risparmio sul kerosene. Quindi non è stato nemmeno necessario sostenere ulteriori costi per l’addestramento dei piloti, in quanto il 737 Max era in tutto il resto, uguale al 737 il modello precedente.

L’ Australia e altri paesi bloccano l’utilizzo dei Boeing 737 Max

Diversi Paesi e alcune compagnie aeree, hanno deciso di bloccare l’utilizzo dei Boeing 737 Max dopo l’incidente in Etiopia. L’autorità per l‘aviazione civile dell’Australia ha sospeso temporaneamente l’uso del jet “da e per”  il Paese.
Anche l’autorità civile di Singapore , la Corea del Sud e le compagnie aeree Aerolineas Argentinas e Jet Airways, hanno bloccato i voli. Cina, Indonesia, Etiopia e Isole Cayman, fanno altrettanto.
Gli USA invece non lo bloccano, ma presentano richiesta alla Boeing di apportare le modifiche opportune al software entro il mese di aprile.

 

di Monica Ellini

 

Avatar
Scrivo articoli in diversi settori di notizie: cronaca, scienza,salute, ambiente, spazio e cosmo, storia, viaggi, arte e archeologia. Eclettica e dedita alla ricerca, lavoro per obbiettivi in modo determinato e organizzato. Esperta di comunicazione e pubbliche relazioni, cerco di trasmettere attraverso lo scritto, concetti chiave e significati. Adotto un informazione consapevole che interessi diverse fasce di pubblico.
Potrebbero interessarti anche
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!