Brasile: Cesare Battisti sparito da giorni

Bolsonaro vuole espatriarlo in Italia

L’ex terrorista dei Pac Cesare battisti che da anni si rifugia in Brasile è sparito da giorni secondo quanto riferiscono i media locali.
Un testimone ha detto di averlo visto imbarcarsi su un battello a Cananeya un paese di 12 mila abitanti a circa 260 km da San Paolo.

Questa fuga improvvisa accade dopo l’elezione di Jair Bolsonaro il nuovo presidente del Brasile che ha promesso all’Italia l’estradizione del latitante protetto grazie alla clemenza concessa dall’ex presidente Lula da Silva che gli aveva concesso il 30 dicembre 2010 il diritto d’asilo.

Secondo un vicino di casa da lunedì il latitante non è più in casa, la sua macchina è parcheggiata nel cortiletto, fuori sembra tutto in ordine. Al bar che frequenta hanno raccontato che non vedono l’uomo da dieci giorni. Il direttore del tribunale di Cananeia Anderson Nascimento dice: “Il braccialetto elettronico è stato tolto in aprile, il mese dopo è caduto anche l’obbligo di firma una volta al mese” e “all’ambasciata italiana confermano che Battisti non può uscire dal Brasile, ma che è libero di circolare in tutto il Paese”.

Potrebbero interessarti anche