Butta figlio di 4 mesi giù per una scarpata. Poi lo raggiunge e lo colpisce alla testa

Madre di trentaquattro anni uccide proprio figlio neonato dopo averlo buttato da un precipizio

Butta figlio di 4 mesi giù per una scarpata. Poi lo raggiunge e lo colpisce alla testa

Benevento – una madre ha commesso un gesto assurdo, oggi 16 Settembre 2019. La donna ha spinto la macchina contro il guardrail, successivamente ha gettato il proprio figlio (un bambino di soli 4 mesi) giù da una scarpata. Lo ha raggiunto e colpito violentemente alla testa con un bastone, al fine di assicurarsi che non fosse sopravvissuto al forte impatto.

La ricostruzione dell’accaduto

Inizialmente gli inquirenti hanno ipotizzato un tragico incidente. Tutto conduceva a questa ipotesi dopo aver trovato il corpo del bambino in un fossato lungo la statale Telesina, nei pressi di Solopaca, e il guardrail danneggiato. Purtroppo però è bastato poco per capire che invece si trattava del folle gesto di una madre.

La donna, infatti, avrebbe gettato intenzionalmente il figlio dalla scarpata, e poi colpito con un oggetto alla testa (si ipotizza un bastone). Ancora poco chiare le motivazioni che hanno spinto la trentaquattrenne sordomuta, a compiere il gesto. I prossimi giorni saranno fondamentali per capire i motivi.

Il sostituto procuratore di Benevento Vincenzo Toscano ha emesso attualmente un fermo nei confronti della donna. Ora piantonata all’ospedale “Rummo” nel beneventano. La donna è in uno stato di stress psicologico che ha impedito agli inquirenti di interrogarla.

I carabinieri in queste ore stanno ponendo in essere un’ispezione sul luogo dove è stato trovato il corpo del piccolo. Purtroppo sono ancora molti i punti interrogativi a cui rispondere. L’automobile della donna, un’Opel Corsa, è sotto sequestro. Anche l’auto può essere uno strumento utile per sciogliere qualche dubbio. Proprio in queste ore presso la caserma dei carabinieri vengono ascoltati i parenti della donna. Anche il padre del piccolo è stato interrogato dai carabinieri per ricostruire i fatti. Sembra che quest’ultimo abbia denunciato poche ore prima la scomparsa dei due.

La donna è stata trasferita nel carcere di Capodimonte di Benevento, dopo essere stata interrogata dal sostituto procuratore che coordina le indagini. Il bambino era nato da una relazione con un uomo 34enne, con il quale la donna conviveva a Quadrelle, in provincia di Avellino.

Leggi anche: Attrice presa a pugni per strada senza nessun motivo