Coronavirus: ha perso la vita il padre del Paziente 1

L'uomo si unisce alle 62 vittime causate dal coronavirus nel paese.

Coronavirus
Photocredit: Pixabay

La pandemia di coronavirus continua a mietere vittime e, questa volta, parliamo di un caso particolarmente straziante. Il Covid-19 ha infatti stroncato la vita di Moreno, il padre del famigerato “Paziente 1”, Mattia. Il decesso è avvenuto precisamente due giorni fa, ed è stato confermato che è dovuto al virus.

Moreno si aggiunge quindi alle 62 vittime registrate nel paese di Castiglione d’Adda, uno dei dieci comuni della zona rossa del lodigiano. A rendere ancora più triste questa notizia, è il fatto che proprio recentemente il quadro clinico di Mattia era migliorato sensibilmente. Dopo che è rimasto per varie settimane in condizioni gravi in terapia intensiva, l’uomo stava per essere dimesso.

L’uscita dall’ospedale di San Matteo di Pavia era anche accompagnata inizialmente da una buona notizia, perché Mattia diventerà a breve papà. Invece adesso a breve dovrà fare i conti con la dipartita del padre, che probabilmente non potrà nemmeno salutare al funerale, visto che le misure attuate per contrastare il Covid-19 vietano questa possibilità.

Il coronavirus ha causato molti decessi nel paese

Come già detto, il padre di Mattina non è purtroppo l’unico abitante di Castiglione d’Adda ad aver perso la vita a causa del coronavirus. Si parla di altre 62 vittime, un numero alto per un paese del genere, che conta circa 4600 abitanti. Proprio per questo motivo nei giorni scorsi Costantino Pesatori, il sindaco del paese, ha richiesto di svolgere uno studio epidemiologico nella zona.

Richiesta che ha inoltrato al prof. Massimo Galli del’ospedale Sacco e che ha ricevuto una risposta positiva. Al momento però non ci sono informazioni su quando questa ricerca avrà inizio. In ogni caso non è da escludere che potrebbe tornare particolarmente utile per evitare altri decessi non solo a Castiglione d’Adda, ma anche in altre zone del nostro paese. O almeno è quello che tutti sperano.