Coronavirus, multa da 2.000 euro e sequestro del mezzo per chi trasgredisce?

Nuove disposizioni previste nella giornata di oggi, con aumento della multa e sequestro del mezzo per chi infrange la quarantena

Anche se le disposizioni del governo sono state chiare sul limitare gli spostamenti allo stresso e necessario per circoscrivere l’epidemia, la gente sembra non aver recepito il messaggio e continua ad uscire più del dovuto. Per questo, le autorità si sono trovate costrette ad aumentare le misure per dissuadere la popolazione dall’infrangere le disposizioni.

Nuove disposizioni attese nella giornata di oggi

Infatti, secondo quanto riportato da Skytg24 poco fa, nel pomeriggio ci sarà una nuova proposta sul tavolo del Consiglio dei Ministri, contenente un aumento della sanzione attualmente in vigore. 

La multa dovrebbe aggirarsi attorno ai 2000 euro, contro i 206 attuali, ed il sequestro del mezzo per chi continua a spostarsi senza comprovati motivi di esigenza, di lavoro o di salute. Inoltre, è importante ricordare che si rischia anche il carcere.

Ovviamente è sempre consentito spostarsi per recarsi in farmacia, dal medico di base, a fare la spesa, al tabacchino, in edicola, per motivi lavorativi e di esigenza, dotandosi di apposita autocertificazione aggiornata.

Inoltre, è arrivata l’autorizzazione ufficiale dell’Enac, (Ente nazionale per l’aviazione civile) all’uso in deroga dei droni al fine di monitorare gli spostamenti dei cittadini sul territorio comunale. Ciò costituirà un aiuto alle forze dell’ordine impiegate sulle strade per controllare.