Decapita moglie e figli dopo averli narcotizzati

Il medico autore del folle gesto ha confessato "avevamo tanti problemi"

Una terribile tragedia è accaduta al Cairo nella vicina cittadina di Kafr El-Sheikh nell’ultimo giorno dell’anno. Un uomo ha decapitato la moglie e i tre figli a sangue freddo, uno shock per l’intero Egitto.
A dare l’allarme è stato proprio il papà e marito, la famiglia da tempo si era trasferita in Arabia Saudita per motivi di lavoro, ed era ritornata al Cairo per organizzare il matrimonio del fratello della donna che si sarebbe dovuto celebrare la prossima settimana.

Entrambi i coniugi sono medici. Secondo una prima ricostruzione l’assassino Ahmed Abdullah Zaki è uscito lunedì mattina per andare in ambulatorio dove lavorava. Al rientro in casa le urla hanno attirato l’attenzione dei vicini. L’uomo ha raccontato agli investigatori di aver messo dei sonniferi nell’acqua dei bambini e della moglie per poi decapitarli.

Sono stati portati in caserma Ahmed Abdullah Zaki, altri familiari, portiere, negozianti, mentre i corpi delle vittime, di Laila, 5 anni, Omar 6, Abdullah e della loro mamma, Mona Mohammed Fathi, 30 sono stati trasferiti all’istituto di medicina legale per l’autopsia. Il medico ha confessato l’omicidio dopo ore di interrogatorio ed è stato riportato nell’appartamento per ulteriori accertamenti. I vicini di casa ripetono “Una violenza inaudita che non trova giustificazioni, l’ho conoscevamo come un medico serio e rispettato”.

Potrebbero interessarti anche