Diabete giovanile? Presto sarà pronto il vaccino

diabete

Diabete giovanile? Presto sarà pronto il vaccino, grazie ad un gruppo di ricercatori  dell’Università di Ludwing Maxilimilian di Monaco, i quali, nella loro ricerca sono già passati alla seconda fase di sperimentazione, visto i risultati  ottenuti, durante la prima, che hanno dimostrato sicurezza e tollerabilità.

Ma qual è lo scopo della ricerca?  Quello di mettere a punto un vaccino che possa prevenire questa malattia autoimmune, la quale colpisce bambini e ragazzi, soprattutto quelli, che presentano un fattore genetico come ad esempio, un caso clinico nella loro storia familiare,  di svilupparla.

Loading...

Pertanto nella seconda fase di sperimentazione,  parteciperanno bambini che risultano già essere potenzialmente a rischio di sviluppare la malattia,  di età compresa  tra sei mesi e due anni, per valutare se il vaccino  possa essere realmente efficace a lungo termine.

In questa seconda fase, i piccoli pazienti , per via orale, dovranno assumere dosaggi sempre più elevati di insulina, da 7,5 a 67,5 mg, in modo tale che l’organismo si abitui all’introduzione della stessa, ed evitare il pericolo che possa scatenarsi una reazione autoimmunitaria.

Infatti, nel diabete giovanile, il sistema immunitario riconosce come estranee e attacca fino a distruggerle le cellule del pancreas che producono insulina.

In questa seconda fase, introducendo per via orale, dosaggi sempre più elevati dello stesso ormone, si vuole educare il sistema immunitario, a riconoscerla  come innocua.

Potrebbero interessarti anche