Francia: professore decapitato, l’assassino posta la foto su twitter

L'assassino ha gridato Allah Akbar e poi ha ucciso l'insegnante postando la foto cruenta sui social

Orrore a Parigi. Un professore di Storia è stato decapitato da un giovane diciottenne ceceno al grido di “Allah Akbar. L’aggressione è avvenuta ieri pomeriggio vicino al college Conflans-Sainte-Honorine nella periferia della capitale, la polizia insieme al giovane, che poi è stato ucciso dagli stessi agenti, ha arrestato altre quattro persone tutte appartenenti al nucleo familiare del diciottenne.

Testa decapitata e postata sui social

Il ceceno ha agito con estrema violenza e ferocia, la testa decapitata del docente a terra è stata fotografata e postata su twitter. Dopodiché l’assassino è fuggito con ancora in mano il coltello, ma per poco, perché subito dopo è stato fermato dalla polizia. Da un paio di giorni lo si vedeva girare sospettoso intorno alla scuola, gli agenti quando sono arrivati sul posto gli hanno gridato di abbassare l’arma ma il ceceno opponeva resistenza e a quel punto gli agenti hanno aperto il fuoco.

Vignette caricature di Maometto

Il brutale delitto è stato innescato da un corso che si era tenuto qualche settimana fa, proprio dal professore S.P., che parlava della libertà di espressione e, in quell’occasione, il docente aveva mostrato delle caricature di Maometto simili a quelle pubblicate dal giornale Charlie Hebdo. Dalle prime indagini anti-terrorismo è venuto fuori che il ceceno, di origine musulmana ma nato a Mosca, ha voluto rivendicare l’attacco a nome del gruppo Al Ansar, faceva parte di una banda di Eragny (un comune francese di 16 mila abitanti dove poi è stato ucciso) e uno dei componenti della banda è un islamista radicale.

Su twitter aveva scritto “A Macron, capo degli infedeli, ho giustiziato uno dei tuoi cani dell’inferno“. A Parigi, tre settimane fa, un pakistano di 25 anni era andato davanti la redazione di Charlie Hebdo aggredendo due giovani che pensava fossero giornalisti del giornale satirico.

Ambra Leanza
Ambra Leanza
Articolista freelance, appassionata di viaggi, lettura e scrittura