Gaza: tornano Internet e i servizi telefonici

I servizi di telecomunicazione vengono staccati e riattivati in base alle esigenze dell'esercito israeliano impiegato sul campo contro Hamas

Secondo il gruppo di monitoraggio Internet NetBlocks sarebbe stata ripristinata  la connettività Internet nella Striscia di Gaza.

I servizi erano stati bloccati da tre giorni, Netblocks ha riferito che questo blackout è stato il secondo più lungo dall’inizio del conflitto. La Mezzaluna Rossa Palestinese ha confermato che le telecomunicazioni e i servizi internet nella Striscia di Gaza sono stati ripristinati. Inoltre la ONG palestinese ha lanciato accuse contro lo stato ebraico, secondo la Mezzaluna Rossa infatti i servizi sarebbe stati “intenzionalmente e forzatamente tagliati fuori dalle autorità israeliane“.

Questa ripetuta interruzione aumenta ulteriormente la sofferenza delle squadre di soccorso dei civili“, ha aggiunto la PRCS in un post su X.

La Mezzaluna Rossa, inoltre, ha aggiunto che a causa della mancanza dei servizi telefonici e internet le ambulanze palestinesi non sapevano dove andare perché non potevano ricevere le chiamate in arrivo. L’ultima volta che è successo, i soccorritori stavano guidando verso il suono dei bombardamenti e speravano di trovare feriti da soccorrere.

Jack Watling: “l’assenza di internet indebolisce Hamas

Il dottor Jack Watling del think tank militare Royal United Services Institute ha cercato di spiegare ai microfoni BBC come mai gli israeliani decidano di staccare la rete telefonica e internet all’interno della Striscia di Gaza.

Per Watling è “importante per gli israeliani tagliare le telecomunicazioni perché da un punto di vista militare riduce la capacità di Hamas di riferire le posizioni dei soldati israeliani e limita le comunicazioni“.